sabato 27 maggio 2017

Arriva Tipicità. A Fermo il festival del gusto coniugato al futuro

Con un’affollata anteprima, condotta a due voci da Marco Ardemagni e Paolo Notari, rispettivamente voce nota di Caterpillar e volto noto televisivo, è stato lanciato definitivamente il programma di Tipicità 2017. Venite nelle Marche! – l’invito unanime di amministratori, associazioni ed imprenditori – abbiamo tanto da offrirvi e siamo già ripartiti!

Anteprima
Tipicità. Un momento dell’anteprima

A Fermo, dal 4 al 6 marzo, va in onda la venticinquesima edizione di un fenomeno che in un quarto di secolo è divenuto molto più di un Festival ed ha travalicato i confini, prima regionali e poi nazionali, per aprirsi ai confronti internazionali tra identità culturali, turistiche e gastronomiche.

Voglia di Marche «È una Tipicità che esplora il futuro – ha affermato il direttore Angelo Serri – e che rappresenta un momento di rinascita per le tantissime eccellenze che questi territori esprimono. Il visitatore è chiamato ad un’esperienza nuova – ha proseguito Serri – articolata in aree interattive che consentiranno di entrare nella “casa del futuro”, di attraversare un bio garden dove toccare con mano la biodiversità, di partecipare al “Marche book style” insieme a scrittori e personaggi noti, di sperimentare l’esperienza di convivialità tradizionale in modo innovativo nell’ambito dell’area “I love living Marche”.»

Vini delle Marche
Vini delle Marche

Visitatore attivo Il padiglione del Fermo Forum si trasformerà in un vero e proprio set di tante rappresentazioni che vedono il visitatore, non più spettatore passivo, ma protagonista attivo. Aree tematiche saranno dedicate alle bollicine, alle birre artigianali, ai prodotti biologici, al mercatino delle specialità agricole. Accanto ai percorsi dei sapori, saranno proposti itinerari tematici sui tesori sconosciuti delle Piccole Italie ed un Salone dedicato alle forme della manualità, tradizionali ed innovative, dove sarà possibile assistere ad animazioni live proposte da sapienti maestri artigiani.

Oltre il sisma “Zona rossa!” sarà invece la provocatoria denominazione dello spazio dedicato alle località più colpite dal recente sisma. Aree dedicate, degustazioni e presentazioni, serate a tema per ripartire dalla “bellezza”, dalle tradizioni gastronomiche e dal genius loci, che costituiscono l’enorme patrimonio posseduto da queste sfortunate località.

Tipicity in the city Le Marche e l’Italia cosiddetta minore, a Tipicità si aprono al confronto internazionale, con momenti dedicati a Cina, Dubai, Russia, Moldova e collegamenti con gli Usa. L’esperienza non finisce nel padiglione, ma continua nel centro storico di Fermo, la sera, con Tipicità in the City e prosegue negli spacci aziendali del territorio, dove acquistare le prestigiose griffe del fashion per le quali le Marche sono famose nel mondo.



Send this to friend