sabato 21 ottobre 2017

Mercatino del Gusto di Maglie al via. Dall’1 al 5 agosto il buono della bellezza

Da ben diciotto anni è l’appuntamento con quanto di buono, gustoso e fatto a regola la Puglia può proporre. E quest’anno anche di bello. Perché per la diciottesima edizione del Mercatino del Gusto di Maglie (in provincia di Lecce) è stata scelta la “Bellezza” come filo conduttore della cinque giorni che dall’1 al 5 agosto vedrà il centro storico della cittadina salentina letteralmente invasa da frotte di appassionati gourmet, buongustai, curiosi e turisti alla ricerca delle tradizioni e delle novità culinarie ed enogastronomiche pugliesi.

MERCATINO_GUSTO_MAGLIEPerché, si sa, le cose buone non possono che nascere dalla bellezza. «La bellezza delle cose – spiegano gli organizzatori –  dei gesti, delle idee e, soprattutto, della Puglia, dei suoi castelli, delle sue torri d’avvistamento, delle sue masserie fortificate, dei suoi trulli, dei suoi ulivi monumentali, dei suoi vigneti, del suo mare, per non parlare del cibo, dell’ospitalità delle sue genti, della voglia di emergere dei suoi giovani».

Un po’ pioniere del gusto, un po’ scopritore di talenti: è anche questo il Mercatino del Gusto, grazie al “fiuto” e al “palato” di Michele Bruno, storico regista della manifestazione che sin dalla primissima edizione verifica di persona la qualità dei prodotti, i metodi produttivi, le materie prime, setacciando paesini e borghi rurali alla ricerca di aziende e produttori, chef e prodotti della storia enogastronomica pugliese, novità e realtà emergenti.

MERCATINO_GUSTO_MAGLIE_2Cultura del buon cibo «Tutti gli amici che quest’anno interverranno al Mercatino – commenta Michele Bruno – chef, giornalisti, blogger, vignaioli, agricoltori, sono persone che come noi, scelgono di curare i dettagli, l’amicizia vera e il buon cibo. Scelgono la qualità al posto della quantità. Se non fosse per queste persone e altre come loro, la Bellezza del nostro Paese andrebbe distrutta e dimenticata.  Così come una pianta, che va coltivata o appassisce. Ma poi grata della cura, darà il fiore e il frutto, la ricompensa che incanta».

Evento longevo Ma l’appuntamento di Maglie, una delle manifestazioni dedicate alla cultura enogastronomica più longeve e importanti d’Italia, è da considerare anche per la sua capacità innovativa nelle modalità di promozione del patrimonio enologico, agroalimentare, oltre che  ambientale e turistico: laboratori e presentazioni di libri, degustazioni guidate, musica dal vivo, cocktail e dj set, appuntamenti dedicati ai bambini e spettacoli di danza, piazze dedicate al vino, alla birra, all’olio extravergine d’oliva, cene itineranti, cibo da strada, prodotti gluten free e frutta, presidi e comunità, dolci, caffè e gelato, pizza e pasta.

Chi visita il Mercatino del Gusto – organizzato dall’omonima associazione, presieduta da Salvatore Santese – ha la possibilità di fare un viaggio da nord a sud della regione passeggiando tra le circa 100 bancarelle allestite nel centro storico di Maglie, incontrando gli espositori, dialogando con loro e soprattutto assaporando i prodotti eccellenti dell’enogastronomia. «Raccontare la Puglia – concludono gli organizzatori – questa è la sfida che il Mercatino del Gusto raccoglie, impegnandosi a far vivere ai partecipanti tutte le sfaccettature di una regione generosa, caratterizzata da una biodiversità straordinaria e attraversata da culture diverse, ognuna con la propria ricchezza, la propria identità, i propri sapori».

La cinque giorni si aprirà anche quest’anno con il Premio Mercatino del Gusto che valorizza la promozione culturale, la progettualità sostenibile e innovativa in ogni settore. Il Comitato scientifico assegna ogni anno un riconoscimento a professionisti, uomini di cultura e della terra, giornalisti, ristoratori, produttori, cuochi, artigiani, scrittori, imprenditori che si sono particolarmente distinti nella valorizzazione del territorio regionale, comunicando con gioia e in maniera innovativa la nostra bellezza. Nel corso delle prime quattro edizioni il Premio è andato, tra gli altri, agli chef Peppe Zullo, Pietro Zito, Pasquale Tuccino Centrone, ai giornalisti Nereo Pederzolli, Lucia Buffo, Davide Paolini.

Ecco la brochure con tutti gli appuntamenti



Send this to friend