martedì 16 gennaio 2018

Giovani agricoltori. Confeuro chiede una battaglia per un maggior protagonismo dei ragazzi

«Nel corso del Consiglio Nazionale dell’Agricoltura e del Lavoro tenuto all’Holiday Inn di Roma – dichiara il presidente nazionale Confeuro, Andrea Michele Tiso – tutti i delegati Confeuro hanno espresso la chiara volontà di proseguire con determinazione nella battaglia volta a dare protagonismo a quei tanti ragazzi che osservano con interesse il comparto agroalimentare».

agricoltori_giovani_1_2.jpgIn prima linea Le proposte fatte all’interno del Consiglio su questo tema sono state numerose, e vanno dall’adozione di nuovi sgravi contributivi all’assegnazione dei terreni sottratti alle mafie; dal sostegno imprenditoriale per le nuove attività under 40 alla creazione di meccanismi volti a facilitare la logica sinergica delle Organizzazioni di Produttori. «La scelta di essere in prima linea nel sostenere l’urgenza di un ricambio generazionale nel mondo agricolo – prosegue Tiso – è in linea con la vocazione storica della Confeuro, e cioè quella di tutelare le Pmi del comparto. Siamo infatti convinti – conclude Tiso – che siano proprio le piccole e medie imprese la casa ideale per quei tanti under 40 che vogliono avvicinarsi al mondo agricolo per garantirne la qualità delle produzioni e il ruolo di tutela e salvaguardia dell’ambiente».



Send this to friend