Svolta nel sistema di fatturazione. Dal primo gennaio 2019

agricolturaDal prossimo anno, ma è bene entrare già da adesso nell’ordine delle idee, le generalità delle imprese dovranno emettere esclusivamente le fatture elettroniche che già adesso interessano i rapporti commerciali con la Pubblica Amministrazione. Il rilascio delle fatture elettroniche al posto delle tradizionali fatture cartacee riguarda già dal 1° luglio 2018, le cessioni di carburante. L’anticipazione del sistema appena accennato quindi, interessa anche gli imprenditori agricoli ed anche se esonerati dalla tenuta della contabilità Iva.

Con il nuovo sistema, le fatture non dovranno più essere compilate e spedite, così come non si riceverà più la fattura cartacea dai fornitori. Per l’emissione delle fatture gli imprenditori potranno utilizzare adeguati sistemi informatici propri, oppure riferirsi agli intermediari come le società di servizi della Cia.

In ogni caso, tutte le fatture dovranno transitare dal Sistema di Interscambio realizzato dall’Amministrazione finanziaria. In caso di emissione solo cartacea, la fattura verrà considerata come non emessa, con la conseguente applicazione delle sanzioni dal 90 al 180% dell’imposta. La conservazione delle fatture elettroniche viene assicurata dal Sistema di Interscambio. Tale provvedimento consentirà agli imprenditori di ricevere dall’Agenzia delle entrate i modelli per l’eventuale versamento dell’Iva e la dichiarazione annuale precompilata.