Feste pasquali. In Basilicata le nonne ‘in campo’ pastaie fanno rivivere i valori della tradizione

Fornelli circolo Velico Lucano
Nonne chef ai fornelli del Circolo Velico Lucano di Policoro

“Nonne chef” di Rotondella (Mt) ospiti nella cucina del Circolo velico lucano di Policoro (Mt) hanno preparato le pettole e i tradizionali dolci pasquali. Le nonne chef che partecipano da tempo al Progetto Orto Sociale sono cinque: Antonia Buccello, Carmela Visaggi, Annunziata Parisi; Antonietta Nucera; Rosa Nucera. Il gruppo nasce all’interno del circolo pensionati di Rotondella, con il nome di “nonne in campo”, poi su suggerimento di Tiziana Fedele presidente de i Colori dell’Anima nel corso di un evento a Policoro hanno optato per “nonne chef”.

Le contadine pensionate lasciano inalterate la finalità dei laboratori: promuovere i piatti della tradizione, la cucina antispreco, ridurre i passaggi che vanno dal campo alla tavola. E sopratutto trasmettere alle nuove generazioni le antiche ricette della cucina contadina perchè – dicono -, mangiare contadino e sano non sia solo una tradizione di Nonne chef RotondellaPasqua e Pasquetta quando gli agriturismi sono affollati. Tutto questo in sintonia con Cia, Agia e Donne in Campo, naturalmente il tutto si svolge in modo gratuito, per l’organizzazione le nonne si sono affidate all’Associazione Orto Sociale. Così in questi giorni di festa all’interno del circolo velico lucano, nell’ambito di una serie di attività sportive che si concludono con percorsi enogastronomici, stand espositivi, musica e degustazioni con riferimento all’anno del cibo italiano 2018, hanno dato prova di abilità e manualità nel friggere le pettole e preparare la pasta di casa. E’ stata ripetuta l’esperienza delle attività promosse dall’Amministrazione Comunale di Policoro già in occasione delle scorse festività natalizie, con le associazioni “ I colori dell’anima”, Cia, Agia e Orto Sociale e il laboratorio didattico “le mani in pasta”. Tiziana Fedele, presidente Associazione I colori dell’anima racconta il laboratorio “Sotto la guida di nonne pastaie”, i ragazzi si cimentano nella realizzazione dei prodotti della tradizione. Un laboratorio culturale, della tradizione e ambientale coinvolgente .