Questo sito utilizza solo "cookie tecnici", propri e di terze parti, per il corretto funzionamento delle pagine web e per il miglioramento dei servizi. Se prosegui la navigazione senza cambiare le impostazioni del tuo browser, accetterai di ricevere i cookies dal sito. Cosa sono i cookie?. Leggi l'informativa completa sulla Privacy >>

Accetto X
|
| |
|
|
 


Cerca nel sito 
 
 
 
 
 
Nuovo estrattore centrifugo Pieralisi, l’olio sposa la tecnologia made in Italy
News in frantOLIO del [23/03/2012]

«Stiamo tutti vivendo un momento difficili per le influenze della crisi economica in atto ma il gruppo Pieralisi non sta a guardare». Così, Andrea Pieralisi, amministratore delegato del Gruppo Pieralisi  presentazione del nuovo estrattore centrifugo Dmf 2012 a Cerbaia, in provincia di Firenze. «Siamo un’azienda italiana che investe quotidianamente in ricerca e sviluppo. La macchina che presentiamo ne è il risultato. La nostra nuova filosofia prevede la trasformazione di un sottoprodotto di estrazione in prodotto»

Necessario uno sforzo congiunto - «In un momento difficile per l’olivicoltura dobbiamo confrontarci e produrre uno sforzo congiunto  per migliorare ogni aspetto della produzione» sono state le parole di Giampiero Cresti, presidente dell’Ota (Olivicoltori Toscani Associati) Cresti, che ha sottolineato l’importanza del nuovo estrattore centrifugo. Un'evoluzione tecnologica nel campo della produzione dell'olio extravergine di oliva che si contraddistingue per l’elevata qualità dell’olio estratto, senza aggiunta di acqua, e per le ottime rese unite ai ridotti consumi idrici ed energetici.


Il nuovo estrattore centrifugo del Gruppo Pieralisi – Il macchinario rappresenta l’evoluzione del sistema a due fasi, riunendo in un’unica macchina i pregi della lavorazione senza aggiunta di acqua con la semplicità gestionale del sistema a tre fasi. La tecnologia Dmf è infatti l’unica in grado di coniugare il sistema di estrazione a due fasi senza aggiunta di acqua con la lavorazione partitaria, grazie al dispositivo di svuotamento del tamburo che permette di scaricare tutto l’olio presente ad ogni cambio di partita di olive. In aggiunta, il decanter Dmf è l’unico estrattore che produce due prodotti secondari riutilizzabili: una sansa disidratata simile a quella proveniente dall’impianto a tre fasi e un paté costituito dalla polpa e dall’umidità dell’oliva senza tracce di nocciolino, che si adatta a diversi impieghi, quali l’utilizzazione agronomica o l’alimentazione zootecnica. Il paté pertanto non rappresenta più uno scarto da smaltire, bensì un valore aggiunto per il frantoio.

Condividi su Facebook



 Invia ad un amico

Invia un commento alla redazione
Nome/Cognome:
Note
E-Mail:
 

Traffico di falso olio 'made in Italy'. Operazione 'Mamma Mia' blocca commercio di 2 mila tonnellate
Bloccato un traffico di falso olio Made in Italy, grazie alla vasta operazione condotta dall’Ispettorato repressione frodi (ICQRF) e coordinata dalla Procura della Repubblica di...[03/02/2016]
Olio d'oliva, l'import da Grecia e Tunisia cresciuto di 5 volte rispetto al 2014
È cresciuto nel 2015 il ruolo di Grecia e Tunisia tra Paesi fornitori di olio di oliva dell’Italia, con un quantitativo importato di cinque volte...[29/01/2016]
Olio d'oliva, nel 2015 +520% import Tunisia. Errore nuove agevolazioni
Dopo che nel 2015 in Italia sono aumentate del 520% le importazioni dell’olio di oliva della Tunisia è un errore l'accesso temporaneo supplementare sul mercato...[28/01/2016]
Olio, M5S: 'No ad accordi UE ammazza-Made in Italy
“No ad altri accordi internazionali di libero scambio 'a scatola chiusa', sanciti dall’Unione Europea con altri Stati. Il rischio è di importare prodotti agricoli che...[28/01/2016]
Olio: Stefàno (Misto), 'Da Ue nuovo intervento a gamba tesa su Made in Italy'[27/01/2016]
Olio d'oliva: l'accordo dell'Ue sul prodotto tunisino è uno schiaffo agli agricoltori italiani[26/01/2016]
Solidarietà ai giornalisti minacciati per il caso Xylella[22/01/2016]
Xylella, superare al più presto l’impasse. Dopo stop a piano Silletti ora rischio infrazione Ue[16/01/2016]
Allarme Xylella, il batterio non aspetta i tempi della giustizia [28/12/2015]
Xylella, Matera (Fi): 'Ombre inquietanti su contagio e interventi. Serve chiarezza'[21/12/2015]
Xylella, Agrinsieme: incomprensibile situazione che nega pareri di scienziati di fama mondiale [21/12/2015]
Xylella, l'Ue avverte l'Italia: 'Prenda azioni rapide ed efficaci'[21/12/2015]
Nuovo museo dell'olio della Denominazione Sierra de Moncayo-Saragozza con Pieralisi [12/12/2015]
Enrico Lupi confermato alla guida delle Città dell'Olio[10/12/2015]
 
 
 
 
Disclaimer - Copyright 2001 - 2008 © Agenzia Impress