|
| |
|
|
 


Cerca nel sito 
 
 
 
Vino, Cina balzo in avanti fra i Big spender. E' quinta nel mondo
News in diVINO del [24/04/2012]

Solo cinque anni fa era al 20mo posto tra i paesi importatori di vino. Oggi è nella lista dei primi cinque “big spender”. La Cina, emerge da un’analisi Ismea basata sui dati Gti, ha speso per le importazioni di vino, nel 2011, oltre un miliardo di euro, piazzandosi dietro Usa, Regno Unito, Germania e Canada.
Una domanda, quella di Pechino, che cresce a ritmi esponenziali, come si evince dall’incremento del 72% in valore nel 2011, e che in solo anno ha fatto guadagnare alla Cina ben quattro posizioni nella classifica mondiale dei paesi importatori, portandola davanti a Giappone, Belgio, Svizzera e Paesi Bassi.

Vini francesi - A beneficiare delle pressioni all’acquisto cinesi è stata soprattutto la Francia, che ha raggiunto lo scorso anno una quota di mercato in valore superiore al 50% dell’import vinicolo del Dragone, grazie a un export quasi raddoppiato, in termini monetari, rispetto al 2010. Dietro al paese d’Oltralpe si posizionano Australia e Cile, con quote del 15% e del 7,2%.  Seguono Spagna e Italia rispettivamente al 6,9% e al 6,5%, i cui fatturati sono quasi raddoppiati, l’anno scorso, oltre la Grande Muraglia. A questi ritmi di crescita - spiega l’Ismea - la Cina, che ha espresso finora solo parte del suo potenziale interno, potrebbe in breve avvicinarsi ai due principali importatori di vino, rappresentati da Usa e Regno Unito. Paesi che nel 2011 hanno acquistato dall’estero prodotti vinicoli per quasi 3 miliardi e mezzo di euro ciascuno, su un valore globale delle importazioni di vini di 22,7 miliardi di euro (+10,9% rispetto al 2010). –Indagine scaricabile dal sito www.ismea.it -

Condividi su Facebook



 Invia ad un amico

Invia un commento alla redazione
Nome/Cognome:
Note
E-Mail:
 

In Italia crescita del consumo dei Rosati superiore al 13%. La Puglia vale il 40%
Negli ultimi anni il consumo di vino Rosato in Italia ha registrato una crescita superiore al 13%. L’incremento emerge dall'analisi dei dati sul consumo mondiale...[24/04/2014]
Prosecco, monitoraggio per ridurre i trattamenti
Non più solo la messa al bando dei prodotti fitosanitari di classe molto tossico, tossico e quelli nocivi a maggiore tossicità, compresi quelli a base...[18/04/2014]
Il Gallo Nero apre casa. A Firenze
Canta a Firenze da secoli, già da quando il Vasari lo dipinse sul soffitto del Salone dei 500 nel XVI secolo. Da allora il Gallo...[16/04/2014]
Vinitaly in archivio. Edizione positiva nei commenti di aziende e buyer
Vinitaly 2014 proficuo per espositori e buyer esteri, soddisfatti della qualità della manifestazione e degli incontri business. A Vinitaly Buyer’s Lounge, la nuova area dedicata...[10/04/2014]
Vino Libero avvia collaborazione con Nomacorc[10/04/2014]
Al ministro Martina il passaporto dell'enonauta n.1 del Movimento Turismo Vino[07/04/2014]
Vino, su OCM esaurite risorse nazionali fino al 2016[07/04/2014]
Identikit Prosecco, il 90% lo consuma abitualmente[07/04/2014]
Il Verdicchio presenta il wine kit che smaschera il falso vino[07/04/2014]
Export, il Veneto allunga le distanze (1,6mld euro) grazie al Prosecco[06/04/2014]
Nella prima giornata di Vinitaly premiati i benemeriti dell'enologia italiana[06/04/2014]
'Meno burocrazia per esportare di più' la ricetta di Zaia al Vinitaly[06/04/2014]
Mani donate alla viticoltura per i produttori veneti[06/04/2014]
Enoturista e consumatore abituale, ecco chi sono secondo l'identikit della Lombardia[06/04/2014]
 
 
 
Disclaimer - Copyright 2001 - 2008 © Agenzia Impress