|
| |
|
|
 


Cerca nel sito 
 
 
 
Chianti Colli Senesi e Vernaccia di San Gimignano invadono New York
News in diVINO del [06/06/2012]

Che gli americani amino particolarmente la zone del Chianti e tutti i suoi vini è cosa ben nota e vedere eleganti turisti made in Usa sfrecciare con le loro cabriolet in giro per le nostre colline, di questo periodo è più che normale. Ma stavolta sono stati il Consorzio Chianti Colli Senesi e quello della Vernaccia di San Gimignano a spostarsi, volando in trasferta fino a New York, per il “Tuscany Red and White”, la manifestazione organizzata dal Gambero Rosso per i due consorzi toscani. Nel cuore di Manhattan, nello spazio The Loft - International Culinary Center of New York- 28 Crosby Street, a Broadway, protagonisti assoluti per un giorno saranno infatti la Vernaccia di San Gimignano e il Colli Senesi, con ventitre aziende associate a fare da testimonial alle due denominazioni. 

Evento NY - L’evento, rivolto ai giornalisti, agli operatori e agli opinion leader enogastronomici newyorkesi, ha visto lo svolgersi di un seminario e una degustazione ai banchi di assaggio ed è stato condotto da Marco Sabellico, uno dei giornalisti più noti del Gambero Rosso, che ha presentato le due denominazioni e il loro territorio di provenienza. Insieme a Giovanni Borella, vice presidente del Consorzio Chianti Colli Senesi e a Letizia Cesani, presidente del Consorzio della Denominazione San Gimignano, si sono poi degustati e si è parlato dei vini, delle loro radici storiche e culturali, ma anche di quella realtà economica e produttiva che fa da background a questo tipo di produzione. Al termine del seminario infine, sono stati aperti i banchi di assaggio, con i produttori che hanno offerto in degustazione le proprie etichette e anche la propria esperienza nel mondo del vino, suggerendo i giusti abbinamenti gastronomici, con assaggi di cucina toscana.

Successo - Un’iniziativa molto interessante quindi, che per il secondo anno consecutivo vede un discreto successo sia di pubblico che di consenso da parte degli operatori di settore.  E’ infatti la seconda volta che il Consorzio Chianti Colli Senesi e quello della Vernaccia di San Gimignano si presentano in sinergia sul mercato newyorkese, ideando un’azione di cooperative marketing molto efficace e di impatto, con il preciso obiettivo di agire sul mercato newyorkese con una campagna di promozione dei due brands molto incisiva e quanto più continuativa possibile, superando tutte quelle barriere logistiche ed economiche che troppo spesso caratterizzato in modo limitante le azioni promozionali portate avanti da piccole denominazioni come quella del Chianti Colli Senesi e della Vernaccia di San Gimignano. Benvenuti a New York quindi.

Alessia Bruchi

Condividi su Facebook



 Invia ad un amico

Invia un commento alla redazione
Nome/Cognome:
Note
E-Mail:
 

Prosecco, monitoraggio per ridurre i trattamenti
Non più solo la messa al bando dei prodotti fitosanitari di classe molto tossico, tossico e quelli nocivi a maggiore tossicità, compresi quelli a base...[18/04/2014]
Il Gallo Nero apre casa. A Firenze
Canta a Firenze da secoli, già da quando il Vasari lo dipinse sul soffitto del Salone dei 500 nel XVI secolo. Da allora il Gallo...[16/04/2014]
Vinitaly in archivio. Edizione positiva nei commenti di aziende e buyer
Vinitaly 2014 proficuo per espositori e buyer esteri, soddisfatti della qualità della manifestazione e degli incontri business. A Vinitaly Buyer’s Lounge, la nuova area dedicata...[10/04/2014]
Vino Libero avvia collaborazione con Nomacorc
Nomacorc, leader nella produzione di chiusure per vino e Vino Libero, un'associazione di 12 importanti produttori di vino italiani ed 1 distilleria, hanno stabilito un...[10/04/2014]
Al ministro Martina il passaporto dell'enonauta n.1 del Movimento Turismo Vino[07/04/2014]
Vino, su OCM esaurite risorse nazionali fino al 2016[07/04/2014]
Identikit Prosecco, il 90% lo consuma abitualmente[07/04/2014]
Il Verdicchio presenta il wine kit che smaschera il falso vino[07/04/2014]
Export, il Veneto allunga le distanze (1,6mld euro) grazie al Prosecco[06/04/2014]
Nella prima giornata di Vinitaly premiati i benemeriti dell'enologia italiana[06/04/2014]
'Meno burocrazia per esportare di più' la ricetta di Zaia al Vinitaly[06/04/2014]
Mani donate alla viticoltura per i produttori veneti[06/04/2014]
Enoturista e consumatore abituale, ecco chi sono secondo l'identikit della Lombardia[06/04/2014]
Consumi di vino, i giovani lo preferiscono come aperitivo[06/04/2014]
 
 
 
Disclaimer - Copyright 2001 - 2008 © Agenzia Impress