|
| |
|
|
 


Cerca nel sito 
 
 
 
Gli Agronomi italiani visitano l’Emilia. «Danni ingenti, ripartire subito»
News in daiCAMPI del [15/06/2012]

Non si piange addosso l’agricoltura emiliana. Colpita, duramente, dal terremoto del 20 e 29 maggio, ma con la voglia, fin da subito di rimboccarsi le maniche e continuare a lavorare, a produrre, a far ripartire un settore agroalimentare che rappresenta il made in Italy nel mondo.

Agronomi nel cuore del terremoto Un viaggio nel terremoto in Emilia e in provincia di Rovigo per il Conaf, Consiglio dell’ordine nazionale dei dottori agronomi e dei dottori forestali, con la vicepresidente Rosanna Zari, e il consigliere con delega alla protezione civile Fabio Palmeri. «Fin dal primo giorno gli agronomi delle zone colpite si sono messi a disposizione delle istituzioni locali e della Protezione civile per la valutazione dei danni alle strutture e alle aree rurali,– sottolinea Rosanna Zari -; abbiamo individuato i professionisti che operano e che hanno esperienza in questo settore (elenco disponibile su www.conaf.it)».


Clicca qui per leggere l'articolo completo

Condividi su Facebook



 Invia ad un amico

Invia un commento alla redazione
Nome/Cognome:
Note
E-Mail:
 

Legge di Stabilità, positivo l’emendamento del governo che ripristina e migliora le misure a favore del settore agricolo
Agrinsieme ha accolto positivamente l’emendamento alla Legge di Stabilità approvato oggi dal governo  in Commissione Bilancio della Camera dei Deputati, che ripristina e migliora alcune...[26/11/2014]
Cala la fiducia delle aziende agricole. Colpa del clima e riduzione prezzi
Peggiora nel terzo trimestre 2014 il clima di fiducia delle aziende agricole italiane, nonostante il miglioramento delle attese sugli sviluppi di medio termine espresso dagli...[26/11/2014]
La carica dei 18mila per il successo di Interpoma
423 aziende espositrici provenienti da 20 nazioni e 17.974 visitatori provenienti da oltre 70 Paesi diversi, questi sono i numeri di questa nona edizione dedicata...[26/11/2014]
La cooperativa olearia larinese e il suo ruolo di esempio per l’olivicoltura molisana
Nel tempo è riuscita ad essere quel frantoio moderno dove regna l’ordine e la pulizia, punto di riferimento di pullman pieni di turisti, che hanno...[26/11/2014]
Legge di stabilità: giovani agricoltori, bene emendamenti su affiancamento junior/senior e Banca delle terre agricole[21/11/2014]
Maltempo: non prevenire è già costato all’Italia 22 miliardi di euro[21/11/2014]
Imu agricola, onere inaccettabile che viola lo Statuto del contribuente[21/11/2014]
Turbolenze nel mercato della mela. Interpoma a Bolzano[21/11/2014]
Sequestrate in Puglia 37 tonnellate di cereali per la semina[21/11/2014]
Maltempo, azioni concrete a sostegno delle aziende colpite[21/11/2014]
Interpoma al via con 400 espositori da 20 Paesi[20/11/2014]
Meno carta e più innovazione. Nei campi parte l'era della semplificazione[19/11/2014]
Il clima impazzito aumenta il costo del piatto in tavola[19/11/2014]
Pizza napoletana punta al riconoscimento Unesco. E deve respingere gli 'attacchi' della pizza americana [19/11/2014]
 
 
 
 
Disclaimer - Copyright 2001 - 2008 © Agenzia Impress