Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti i cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

Accetto Cookie Policy
X
|
| |
|
|
 


Cerca nel sito 
 
 
 
Terreni acidi più fertili con le cozze. Lo dice uno studio spagnolo
News in daiCAMPI del [22/06/2012]

Gusci di cozze per migliorare i terreni acidi. La notizia arriva da Madrid dove un gruppo di studiosi  della Universidad Politecnica ha scoperto che il guscio di questi mitili potrebbe migliorare la qualità e la fertilità dei terreni acidi, aumentandone il PH e riducendo la quantità di alluminio. I risultati sono di grande interesse perche' aiutano a eliminare rifiuti industriali riutilizzandoli.

La ricerca - Lo studio e' incentrato sulle proprieta' biochimiche del suolo e in particolare degli enzimi, che sono indicatori di qualita' e rispondono in modo molto rapido ai cambiamenti. Il terreno impiegato era quello di un prato dalle caratteristiche rappresentative in termini di contenuto di materia organica e PH. Il risultato principale ha mostrato che i cambiamenti apportati avevano prodotto un incremento del PH, mentre l'alluminio era diminuito, dato rilevante soprattutto in alcune regioni come la Galizia, dove i terreni sono piu' acidi a causa della prevalenza delle precipitazioni sulla evapotraspirazione e dove, peraltro, c'e' una delle piu' imponenti attivita' di pesca di cozze (la seconda al mondo dopo la Cina).

Condividi su Facebook



 Invia ad un amico

Invia un commento alla redazione
Nome/Cognome:
Note
E-Mail:
 

Vino Igt e Olio extravergine erano contraffatti. 5 indagati nel Senese
Si sono concluse in questi giorni le indagini condotte dal Comando Provinciale del Corpo Forestale dello Stato di Siena e coordinate da Aldo Natalini, Sostituto...[22/07/2016]
Crisi grano: prodotto Made in Italy vittima di comportamenti da 'caporale'
"I nostri produttori di grano sono oggetto oggi di un'azione di speculazione che non ha precedenti. Nel settore si sta assistendo a comportamenti di vero...[22/07/2016]
Crisi cereali, Confagricoltura: 'Bene rafforzare filiera, ma non dimenticare emergenza in atto'
“Il settore cerealicolo si rafforza e rilancia con iniziative a medio e lungo termine, senza dimenticare però la fase attuale di emergenza in cui si...[22/07/2016]
Riparte export uva da tavola italiana in Canada dopo 5 anni di blocco
Si è conclusa positivamente la trattativa per riavviare le esportazioni di uva da tavola italiana in Canada, che erano bloccate dal 2010. L’accordo fa seguito...[22/07/2016]
Il riso non finisci mai di scoprirlo. Anche a tavola[19/07/2016]
Approvato il Collegato agricoltura, obiettivo semplificazione e innovazione[08/07/2016]
Agricoltura di valore. Focus del settore su marketing associativo[08/07/2016]
Lavoro, dalla gestione dei boschi 35mila nuovi posti [08/07/2016]
Agea: bene la nomina di Papa Pagliardini, attendiamo cambio di passo dall'Agenzia[08/07/2016]
Ttip, Confeuro: 'Se salta è vittoria popoli europei'[08/07/2016]
Pesche e nettarine, campagna di promozione del Mipaaf [08/07/2016]
Ottimismo dati agricoltura Sud non giustificato. Molti settori in forte crisi[01/07/2016]
Grano, Mongiello (PD): 'Sovrapproduzione nazionale non giustifica prezzo inferiore a costi di produzione e non frena import'[01/07/2016]
Crisi grano duro, dal prossimo anno pasta italiana a rischio [01/07/2016]
 
 
 
 
Disclaimer - Copyright 2001 - 2008 © Agenzia Impress

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti i cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

X