|
| |
|
|
 


Cerca nel sito 
 
 
 
 
 
Maxitruffa dell’olio alle porte di Siena. In bottiglia deodorati e miscele straniere
News in frantOLIO del [26/06/2012]

Olio di bassa qualità acquistato in Puglia, Spagna, Grecia e Tunisia opportunamente lavorato e miscelato diventava extravergine. La truffa avveniva alle porte di Siena, a Castellina Scalo, dal 2010 ed è stata scoperta dalla Guardia di Finanza grazie all’operazione “Arbequino”.

Gli arresti - Le manette sono scattate per quattro persone per il reato di associazione a delinquere finalizzata alla frode in commercio aggravata, due le misure cautelari emesse e oltre 8 mila le tonnellate di olio d’oliva sequestrate. Partita nel 2011, l’indagine scopre un’attività iniziata già l’anno precedente  attraverso cui l’azienda senese acquistava olio da fornitori pugliesi, spagnoli, greci, tunisini indicandolo nel registro ufficiale come extravergine quando si trattava di olio vergine o lampante. Mediante il proprio laboratorio chimico, l’azienda aggiungeva deodorati e miscelava olii di differente categorie per avere un prodotto finale classificato come extravergine che veniva venduto  sfuso a importanti aziende imbottigliatrici in Italia e all’estero. Tutta la partita di olio adulterata relativa al 2011 è stata sequestrata prima di arrivare in commercio. Indagini sono ancora in corso per verificare se parte del prodotto relativa all’anno precedente sia arrivato sugli scaffali.

Clicca qui per leggere l’articolo completo e guardare i video della conferenza stampa e delle interviste a Giuseppe Serino, capodipartimento dell’Ispettorato per il controllo della qualità e della repressione frodi del Mipaaf , e Giovanni Lercker, docente del dipartimento di scienze degli alimenti all’Università di Bologna

Condividi su Facebook



 Invia ad un amico

Invia un commento alla redazione
Nome/Cognome:
Note
E-Mail:
 

Molise, le innovazioni in olivicoltura si presentano a Tuttofood
Promuovere la pluralità e la varietà della produzione olivicola molisana e l'innovazione tecnologica. È l'obiettivo di Coldiretti Molise che insieme al Consorzio produttori olivicoli molisani...[17/04/2015]
Xylella: dall'embargo francese una minaccia reale per l'economia pugliese e l'immagine del 'made in Italy'
L'embargo della Francia su 102 specie vegetali a rischio Xylella rappresenta una minaccia reale per l'economia pugliese e, più in generale, per l'immagine dell'agricoltura italiana....[12/04/2015]
Xylella, tocca a Bruxelles intervenire. Confagricoltura: 'Non abbassare la guardia su tematiche fitosanitarie'
“Per l’emergenza Xylella sta emergendo una linea coerente, che apprezziamo, tra istituzioni e mondo agricolo”. Lo ha detto il presidente di Confagricoltura, Mario Guidi a...[09/04/2015]
Xylella, un'emergenza nota da due anni. Confeuro: 'Agire in fretta'
Guardiamo con grande preoccupazione - dichiara il presidente nazionale della Confeuro Rocco Tiso - la problematica riguardante la diffusione del batterio Xylella, una questione che...[09/04/2015]
Sol d'Oro: incetta di premi per l'Italia. Sicilia superstar[20/02/2015]
Record di iscrizioni al concorso Sol d'Oro Emisfero Nord[16/02/2015]
Xylella, il comandante CFS Silletti nominato commissario task force[12/02/2015]
Etichettatura: basta al consumo di oli vecchi, più trasparenza in etichetta per M5S[05/02/2015]
Cinque infografiche per raccontare l'Olio Garda Dop [30/01/2015]
Olivicoltura, in campo una strategia nazionale per il rilancio[23/01/2015]
Ma l’olivicoltura italiana ha ancora un valore?[17/01/2015]
Xylella, Commissione UE risponde a interrogazione Matera (PPE): 'Possibili finanziamenti per emergenze fitosanitarie'[09/01/2015]
Olio d'oliva, dopo l'anno nero convocato tavolo con Regioni il 22 gennaio[24/12/2014]
Batteri vascolari fitopatogeni trasmessi da insetti: il caso del disseccamento rapido dell’olivo[04/12/2014]
 
 
 
 
 
Disclaimer - Copyright 2001 - 2008 © Agenzia Impress