Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti i cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

Accetto Cookie Policy
X
|
| |
|
|
 


Cerca nel sito 
 
 
 
Imprese toscane investono 4,5 milioni di euro per la filiera corta
News in daiCAMPI del [29/06/2012]

Un investimento da 4, 5 milioni di euro da parte delle imprese agricole toscane costituite nella Rete Qualità Toscana. E’ questa la cifra di investimenti per la filiera corta nel progetto presentato da RTQ alla regione Toscana. La nuova rete di imprese RQT – Rete Qualità Toscana, novità assoluta nel panorama agricolo, lancia la sua prima proposta progettuale, a meno di un mese dalla sua costituzione, che ha visto aggregarsi un primo nucleo di 33 imprese agricole singole (numero destinato a crescere) e cooperative di tutta la regione.

Numeri - Sono numeri importanti quelli della Rete Qualità Toscana e contenuti nella proposta presentata alla Regione Toscana nell’ambito del bando dei progetti di filiera: 4,5 milioni di euro di investimenti; 17 nuovi punti di vendita diretta in tutto il territorio toscano; 22 investitori (di cui 40% giovani e 50% donne); oltre 200 imprese firmatarie dell’accordo di filiera; 12 cooperative agricole come base di una nuova rete logistica al servizio della filiera corta; 40 strutture di ristorazione (ristoranti e agriturismi) che si riforniranno di materia prima attraverso la rete.

Il commento di Pascucci, presidente Cia Toscana - Il presidente della Cia Toscana Giordano Pascucci sottolinea il valore del progetto, sia per i contenuti che rappresentano una grande opportunità per lo sviluppo della filiera corta, sia per il carattere fortemente innovativo dell’aggregazione di imprese che si è costituita. «La Rete Qualità Toscana – commenta Pascucci - si propone innanzitutto come una rete aperta; l’elemento che accomuna le imprese partecipanti è esclusivamente l’obiettivo di valorizzare le produzioni agricole ed agro-alimentari della Toscana, potenziando la filiera corta e le relazioni tra i soggetti economici operanti nei diversi segmenti della filiera. Per sua natura è uno strumento partecipato e paritetico, nella quale ogni impresa mette la sua individualità al servizio di un obiettivo comune ma senza perdere il proprio ruolo imprenditoriale; inoltre la rete non può svolgere, per Legge, attività imprenditoriale in proprio, ma solo mettere in sinergia le attività economiche delle imprese partecipanti». Oltre alla Cia Toscana hanno sottoscritto il loro sostegno al progetto anche Legacoop-Agroalimentare, Fedagri-Confcooperative e Federconsumatori Toscana.

 

Condividi su Facebook



 Invia ad un amico

Invia un commento alla redazione
Nome/Cognome:
Note
E-Mail:
 

L'agricoltura si batterà per sana e robusta Costituzione
Chi crede che l'eventuale approvazione della riforma costituzionale proposta dal governo non avrà ripercussioni sul settore agroalimentare – dichiara in una nota il presidente nazionale...[24/05/2016]
Glifosato, per M5S analisi carenti. Mozione per estenderle su tutto il territorio nazionale
"Il glifosato, erbicida usato in agricoltura, è classificato dall'agenzia Internazionale sul Cancro (IARC) di Lione come 'probabile cancerogeno umano'. La ricerca della sua presenza nelle...[20/05/2016]
Pomodoro da industria Nord Italia: raggiunto l'accordo quadro
“La trattativa è stata complessa. Ma ora l’accordo è stato raggiunto e le parti, agricola e industriale, hanno dimostrato di voler continuare ad operare in...[20/05/2016]
Giappone apre alle importazioni di carni bovine italiane
Il Giappone ha rimosso il blocco delle importazioni di carni bovine che durava da 15 anni. A renderlo noto è il Mipaaf: grazie al lavoro...[20/05/2016]
Glifosato: Oms e Fao lo assolvono e Iarc lo mette in lista cangerogeni[17/05/2016]
Confeuro, il Governo parli con 7 milioni di poveri e non con le lobby [17/05/2016]
Clima: per la Nasa 7 mesi di caldo record. Già meloni e albicocche sui banchi [17/05/2016]
Il gasolio agricolo non arriva alla frutta [17/05/2016]
Mercato in rialzo per la CUN conigli[17/05/2016]
Mela Val Venosta conquista i centri commerciali italiani[17/05/2016]
L'agroalimentare continua a crescere, +9 miliardi di euro nel primo trimestre [17/05/2016]
Caporalato, più controlli con task force in 15 territori[14/05/2016]
UE, storico via libera parlamento a origine cibi in etichetta [14/05/2016]
Referendum costituzionale, Confeuro: 'Diremo No per l'agricoltura e per il Paese'[14/05/2016]
 
 
 
 
Disclaimer - Copyright 2001 - 2008 © Agenzia Impress

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti i cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

X