|
| |
|
|
 


Cerca nel sito 
 
 
 
Confagricoltura sulla riforma della Pac: Troppa burocrazia
News in daiCAMPI del [25/07/2012]

“La riforma della politica agricola comune, così come prospettata dalla Commissione Ue, aumenta gli oneri burocratici ed i costi di gestione e di controllo a carico delle casse europee”. Lo sottolinea Confagricoltura che fa proprie le preoccupazioni espresse, in una dichiarazione comune, dai direttori degli organismi pagatori europei che hanno chiesto una semplificazione delle regole.
 
La nuova Pac - Già oggi la gestione del solo sistema dei pagamenti diretti costa ogni anno, a livello europeo, quasi 4 miliardi di euro (poco meno del 10% di quanto erogato), di cui 2,5 miliardi per l’attività corrente. In pratica, annualmente, gli oneri di gestione e controllo superano i 300 euro per beneficiario. Con la riforma proposta ci sarebbe un maggior onere a livello comunitario, che Confagricoltura stima in quasi 400 milioni di euro per anno e che porterebbe il costo per ogni beneficiario a 370 euro.
 
I costi -Senza contare gli oneri che, in base alle regole della proposta, sarebbero sopportati dalle imprese agricole. Il solo greening (rinverdimento) - con il quale si intende rendere obbligatorie, per tutti gli agricoltori, alcune pratiche agroambientali - costa agli agricoltori più di 300 euro/ettaro, un importo ben superiore al contributo che  verrà loro corrisposto.  “Quella che si sta delineando è una situazione insostenibile - commenta Confagricoltura –. Invece di semplificare effettivamente le regole, si sta pensando di renderle più complesse e costose da gestire”.

Condividi su Facebook



 Invia ad un amico

Invia un commento alla redazione
Nome/Cognome:
Note
E-Mail:
 

'No a questo Pit', per i Consorzi toscani l’agricoltura torna indietro
Tutti i principali Consorzi vitivinicoli toscani hanno presentato delle comuni Osservazioni al Piano Paesaggistico adottato dal Consiglio Regionale lo scorso 2 luglio. Nella lunga storia...[30/09/2014]
Cibo biologico e alta ristorazione, focus di Podere Forte il 29 settembre
Quanto gli stili di vita e l'alimentazione si influenzino a vicenda, quale rapporto c'e' tra vino biologico e vino convenzionale e quanto incide il valore...[28/09/2014]
Contadini e professori uniti per un vero piano del paesaggio
Altro che guerra del vino! Qui serve un’alleanza di saperi esperti e saperi popolari, contestuali e diffusi. È questa la lezione che proviene dal paesaggio...[28/09/2014]
Commercio: da inizio anno vendite alimentari -1,1%. neanche gli sconti salvano la Gdo
Gli italiani in bolletta continuano a ridurre ogni tipo di spesa, compresa quella per la tavola, come dimostrano i dati sulle vendite al dettaglio dei...[27/09/2014]
Ismea, avanti adagio l’export agroalimentare[27/09/2014]
Xylella fastidiosa, sì al decreto per le misure di emergenza in conferenza Stato Regioni [27/09/2014]
PIT Toscana, i produttori di Brunello scrivono al governatore Rossi[27/09/2014]
Confeuro, calo alimentare è sintomo difficoltà cittadini[27/09/2014]
Emilia Romagna, Nutria: la norma che la esclude dalla fauna selvatica rende inapplicabili i piani di contenimento[27/09/2014]
Tante opportunità nel settore forestale per i giovani laureati[27/09/2014]
Un tavolo per rilanciare l'export dell'ortofrutta. Imprese e coop danneggiate dall'embargo della Russia[26/09/2014]
E' festa dell'agricoltura ad Expo Rurale con il record di presenze [23/09/2014]
Spesa alimentare resta il segno meno. Calo dello 0.7% nei primi sette mesi[23/09/2014]
Pil, nel 2013 cresce solo l'agricoltura. Ma valore aggiunto è quello del 2009[23/09/2014]
 
 
 
 
Disclaimer - Copyright 2001 - 2008 © Agenzia Impress