Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti i cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

Accetto Cookie Policy
X
|
| |
|
|
 


Cerca nel sito 
 
 
 
Confagricoltura sulla riforma della Pac: Troppa burocrazia
News in daiCAMPI del [25/07/2012]

“La riforma della politica agricola comune, così come prospettata dalla Commissione Ue, aumenta gli oneri burocratici ed i costi di gestione e di controllo a carico delle casse europee”. Lo sottolinea Confagricoltura che fa proprie le preoccupazioni espresse, in una dichiarazione comune, dai direttori degli organismi pagatori europei che hanno chiesto una semplificazione delle regole.
 
La nuova Pac - Già oggi la gestione del solo sistema dei pagamenti diretti costa ogni anno, a livello europeo, quasi 4 miliardi di euro (poco meno del 10% di quanto erogato), di cui 2,5 miliardi per l’attività corrente. In pratica, annualmente, gli oneri di gestione e controllo superano i 300 euro per beneficiario. Con la riforma proposta ci sarebbe un maggior onere a livello comunitario, che Confagricoltura stima in quasi 400 milioni di euro per anno e che porterebbe il costo per ogni beneficiario a 370 euro.
 
I costi -Senza contare gli oneri che, in base alle regole della proposta, sarebbero sopportati dalle imprese agricole. Il solo greening (rinverdimento) - con il quale si intende rendere obbligatorie, per tutti gli agricoltori, alcune pratiche agroambientali - costa agli agricoltori più di 300 euro/ettaro, un importo ben superiore al contributo che  verrà loro corrisposto.  “Quella che si sta delineando è una situazione insostenibile - commenta Confagricoltura –. Invece di semplificare effettivamente le regole, si sta pensando di renderle più complesse e costose da gestire”.

Condividi su Facebook



 Invia ad un amico

Invia un commento alla redazione
Nome/Cognome:
Note
E-Mail:
 

L'agricoltura si batterà per sana e robusta Costituzione
Chi crede che l'eventuale approvazione della riforma costituzionale proposta dal governo non avrà ripercussioni sul settore agroalimentare – dichiara in una nota il presidente nazionale...[24/05/2016]
Glifosato, per M5S analisi carenti. Mozione per estenderle su tutto il territorio nazionale
"Il glifosato, erbicida usato in agricoltura, è classificato dall'agenzia Internazionale sul Cancro (IARC) di Lione come 'probabile cancerogeno umano'. La ricerca della sua presenza nelle...[20/05/2016]
Pomodoro da industria Nord Italia: raggiunto l'accordo quadro
“La trattativa è stata complessa. Ma ora l’accordo è stato raggiunto e le parti, agricola e industriale, hanno dimostrato di voler continuare ad operare in...[20/05/2016]
Giappone apre alle importazioni di carni bovine italiane
Il Giappone ha rimosso il blocco delle importazioni di carni bovine che durava da 15 anni. A renderlo noto è il Mipaaf: grazie al lavoro...[20/05/2016]
Glifosato: Oms e Fao lo assolvono e Iarc lo mette in lista cangerogeni[17/05/2016]
Confeuro, il Governo parli con 7 milioni di poveri e non con le lobby [17/05/2016]
Clima: per la Nasa 7 mesi di caldo record. Già meloni e albicocche sui banchi [17/05/2016]
Il gasolio agricolo non arriva alla frutta [17/05/2016]
Mercato in rialzo per la CUN conigli[17/05/2016]
Mela Val Venosta conquista i centri commerciali italiani[17/05/2016]
L'agroalimentare continua a crescere, +9 miliardi di euro nel primo trimestre [17/05/2016]
Caporalato, più controlli con task force in 15 territori[14/05/2016]
UE, storico via libera parlamento a origine cibi in etichetta [14/05/2016]
Referendum costituzionale, Confeuro: 'Diremo No per l'agricoltura e per il Paese'[14/05/2016]
 
 
 
 
Disclaimer - Copyright 2001 - 2008 © Agenzia Impress

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti i cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

X