Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti i cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

Accetto Cookie Policy
X
|
| |
|
|
 


Cerca nel sito 
 
 
 
Confagricoltura sulla riforma della Pac: Troppa burocrazia
News in daiCAMPI del [25/07/2012]

“La riforma della politica agricola comune, così come prospettata dalla Commissione Ue, aumenta gli oneri burocratici ed i costi di gestione e di controllo a carico delle casse europee”. Lo sottolinea Confagricoltura che fa proprie le preoccupazioni espresse, in una dichiarazione comune, dai direttori degli organismi pagatori europei che hanno chiesto una semplificazione delle regole.
 
La nuova Pac - Già oggi la gestione del solo sistema dei pagamenti diretti costa ogni anno, a livello europeo, quasi 4 miliardi di euro (poco meno del 10% di quanto erogato), di cui 2,5 miliardi per l’attività corrente. In pratica, annualmente, gli oneri di gestione e controllo superano i 300 euro per beneficiario. Con la riforma proposta ci sarebbe un maggior onere a livello comunitario, che Confagricoltura stima in quasi 400 milioni di euro per anno e che porterebbe il costo per ogni beneficiario a 370 euro.
 
I costi -Senza contare gli oneri che, in base alle regole della proposta, sarebbero sopportati dalle imprese agricole. Il solo greening (rinverdimento) - con il quale si intende rendere obbligatorie, per tutti gli agricoltori, alcune pratiche agroambientali - costa agli agricoltori più di 300 euro/ettaro, un importo ben superiore al contributo che  verrà loro corrisposto.  “Quella che si sta delineando è una situazione insostenibile - commenta Confagricoltura –. Invece di semplificare effettivamente le regole, si sta pensando di renderle più complesse e costose da gestire”.

Condividi su Facebook



 Invia ad un amico

Invia un commento alla redazione
Nome/Cognome:
Note
E-Mail:
 

Confeuro attente parola fine su Ttip
Il Ttip, il trattato di libero scambio tra Ue e Usa, rappresenta una grave minaccia per il comparto agroalimentare europeo, ed in particolare italiano; ed...[29/07/2016]
Crisi del grano, agricoltori allo stremo. Parte lo sciopero delle semine
Mercati al ribasso con prezzi quasi dimezzati rispetto a un anno fa, speculazione selvaggia e import in costante aumento. I produttori di grano della Cia...[28/07/2016]
Crisi del grano: agricoltori toscani scendono in piazza a Grosseto. Giovedì 28 luglio
Serve una svolta per contrastare la crisi del grano. Il settore è al collasso. E in Toscana è al via una mobilitazione degli agricoltori della...[26/07/2016]
Crescono i consumi di ortofrutta a maggio 2016: +1% volume, +2% valore
C’è un ritorno degli italiani nel consumo di frutta e verdura? I primi cinque mesi del 2016 dicono di sì. In media il comparto ortofrutticolo...[25/07/2016]
Vino Igt e Olio extravergine erano contraffatti. 5 indagati nel Senese[22/07/2016]
Crisi cereali, Confagricoltura: 'Bene rafforzare filiera, ma non dimenticare emergenza in atto'[22/07/2016]
Crisi grano: prodotto Made in Italy vittima di comportamenti da 'caporale' [22/07/2016]
Riparte export uva da tavola italiana in Canada dopo 5 anni di blocco[22/07/2016]
Il riso non finisci mai di scoprirlo. Anche a tavola[19/07/2016]
Approvato il Collegato agricoltura, obiettivo semplificazione e innovazione[08/07/2016]
Agricoltura di valore. Focus del settore su marketing associativo[08/07/2016]
Lavoro, dalla gestione dei boschi 35mila nuovi posti [08/07/2016]
Agea: bene la nomina di Papa Pagliardini, attendiamo cambio di passo dall'Agenzia[08/07/2016]
Ttip, Confeuro: 'Se salta è vittoria popoli europei'[08/07/2016]
 
 
 
 
Disclaimer - Copyright 2001 - 2008 © Agenzia Impress

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti i cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

X