Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti i cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

Accetto Cookie Policy
X
|
| |
|
|
 


Cerca nel sito 
 
 
 
 
 
Brachetto, raggiunto accordo Brachetto per vendemmia 2012
News in diVINO del [25/07/2012]

Nel primo pomeriggio, con qualche settimana di anticipo rispetto alla precedente vendemmia, la commissione paritetica per l’accordo di filiera del Brachetto d’Acqui e Piemonte Brachetto ha raggiunto l’accordo sulla resa ad ettaro e sul prezzo delle uve per la campagna 2012. Le parti hanno convenuto sul raggiungimento di una resa di 42 quintali a ettaro di DOCG  Brachetto d’Acqui “Spumante”, con la possibilità di applicazione del meccanismo blocage-deblocage per ulteriori 8 quintali. Per il Piemonte Brachetto “Spumante” la resa è pari a 47,30 quintali a ettaro, con la possibilità di applicazione del meccanismo blocage-deblocage per ulteriori 7,70 quintali. Per le tipologie Piemonte e Acqui “tappo raso” è stata condivisa la scelta di produrre 55 quintali a ettaro di DO, con l’applicazione, anche in questo caso, di altri 10 quintali di blocage-deblocage per l’Acqui “tappo raso” e 15 quintali Piemonte “tappo raso”. I prezzi delle uve a denominazione sono stati stabiliti per 1,35 euro per quanto concerne il Brachetto d’Acqui Docg e 1,20 euro per il Piemonte Brachetto Doc. Non vi sono stati accordi inerenti il prezzo relativo i superi, le cantine si sono impegnate al ritiro degli stessi ad una cifra corrispondente a 0,40 euro al chilogrammo.

Assessore Regionale all’Agricoltura Claudio Sacchetto - “Quello raggiunto oggi in sede di commissione paritetica lo giudico un accordo soddisfacente; nonostante un periodo decisamente difficile sul piano economico  si è ottenuto un lieve miglioramento per quanto concerne i termini riguardanti la parte agricola. Altrettanto positivo il fatto di aver raggiunto con qualche settimana di anticipo rispetto lo scorso anno l’accordo, significa che la strada intrapresa in paritetica è quella giusta, e il comparto vino deve proseguire  in questa direzione, lontano dalle tensioni, per soddisfare la domanda del mercato nel totale rispetto di quello che l’Assessorato reputa l’elemento prioritario: il lavoro dell’agricoltore”.

 

 

Condividi su Facebook



 Invia ad un amico

Invia un commento alla redazione
Nome/Cognome:
Note
E-Mail:
 

Ai cinghiali piace l'uva dell'aretino. E' allarme
‘Selvatici crescenti, agricoltori calanti’ è stato lo slogan che ha accompagnato migliaia di agricoltori e allevatori esasperati, delusi, arrabbiati che ad inizio agosto hanno protestato ...[29/08/2016]
Cantina Valpolicella Negrar è la migliore cooperativa vitivinicola d'Italia
Cantina Valpolicella Negrar è prima nella "Top 20" delle cooperative vitivinicole italiane stilata da Weinwirtschaft, rivista enologica pubblicata dalla casa editrice tedesca Meininger che, dal...[24/08/2016]
Vendemmia in ritardo in Trentino. Ma la qualità delle uve sarà ottima
  In Trentino l’andamento climatico dell’attuale stagione estiva si è caratterizzato dalla presenza dell’Anticiclone delle Azzorre che ha garantito per lo più temperature miti, come...[23/08/2016]
Mondial des vins Extremes, pioggia di medaglie per i vini eroici
Una pioggia di medaglie e di premi speciali al concorso Mondial des Vins Extrêmes, organizzato dal Cervim che si è svolto nelle scorse settimane in...[19/08/2016]
Vendemmia, potenziati i controlli. Saranno 11mila avverte il Mipaaf [19/08/2016]
Asti e Moscato Docg, raggiunta intesa su produzione in vista della vendemmia[17/08/2016]
Ai nastri di partenza la vendemmia in Veneto. Il via a fine agosto[17/08/2016]
Vendemmia, online vademecum su controlli e adempimenti aziende [17/08/2016]
Vino, nei top 10 mercati a metà 2016 import a +3,8%, dall'Italia +4%[29/07/2016]
Veronafiere-Business Strategies, 73 le aziende coinvolte con Vinitaly nel piano per l'internazionalizzazione[29/07/2016]
La carica dei vini eroici invade la Valle d'Aosta. Oltre 700 etichette per 130 vitigni[14/07/2016]
Giovanni Busi confermato presidente del Consorzio Vino Chianti[08/07/2016]
Vini eroici da tutto il mondo pronti a sbarcare in Valle d'Aosta[08/07/2016]
Pinot di Pinot, la Special edition si presenta all'Horeca[01/07/2016]
 
 
Disclaimer - Copyright 2001 - 2008 © Agenzia Impress

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti i cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

X