|
| |
|
|
 


Cerca nel sito 
 
 
 
Siccità, via alle procedure per dichiarare stato di calamità
News in daiCAMPI del [10/08/2012]

“Nelle ultime settimane si è ulteriormente aggravata la situazione di alcuni territori particolarmente colpiti quest’anno dal fenomeno della siccità. Per questo stiamo lavorando in stretta collaborazione le Regioni più interessate dal fenomeno climatico e con le organizzazioni di produttori presenti sul territorio, per accelerare le procedure volte alla dichiarazione dello stato di calamità naturale, per far fronte ai danni arrecati al settore agricolo dalla perdurante siccità che ha interessato vaste aree dell’Italia Centro-settentrionale. La dichiarazione dello stato di calamità naturale, infatti, rappresenta la condizione necessaria per consentire l’attivazione del Fondo di solidarietà nazionale”. Così il Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali Mario Catania annuncia l’avvio delle procedure per dichiarare lo stato di calamità per le Regioni colpite dalla siccità.

Fondo solidarietà - Attraverso il Fondo di solidarietà nazionale alle imprese agricole colpite possono essere erogati contributi in conto capitale fino all’80% del danno sulla produzione lorda vendibile, prestiti ad ammortamento quinquennale per le maggiori esigenze di conduzione aziendale, proroga delle rate delle operazioni di credito in scadenza nell'anno in cui si è verificato l'evento calamitoso, esonero parziale del pagamento dei contributi previdenziali e assistenziali in scadenza nei dodici mesi successivi alla data in cui si è verificato l’evento.

Anticipi Pac - Sempre per fronteggiare la crisi di liquidità conseguente alla perdita di produzione dovuta alla siccità – prosegue il Ministro Catania -, abbiamo avviato le procedure per ottenere dalla Commissione europea l’autorizzazione all’erogazione degli anticipi Pac 2012 a partire dal prossimo 16 ottobre, accorciando di circa 50 giorni i tempi di erogazione previsti dalle scadenze comunitarie. La gravità della situazione ci deve però far riflettere sull’esigenza di dare maggiore diffusione ad altri e più incisivi strumenti di intervento, senz’altro più adeguati per fronteggiare calamità naturali come quella che stiamo vivendo in questi giorni, come le assicurazioni agevolate, a cui purtroppo gli agricoltori, almeno per il rischio siccità, non si rivolgono con sufficiente decisione. Servono quindi azioni mirate di sensibilizzazione nei confronti delle imprese agricole, per far conoscere meglio la portata e le potenzialità dello strumento assicurativo, tenuto conto del fatto che le assicurazioni agevolate sono state inserite nel pacchetto di misure studiate dalla Commissione europea, per far fronte alle crisi che interessano il settore agricolo nel periodo di programmazione 2014 – 2020”.

Condividi su Facebook



 Invia ad un amico

Invia un commento alla redazione
Nome/Cognome:
Note
E-Mail:
 

Deflazione conferma difficile momento italiano
I dati sull'andamento dei prezzi, mai così negativo dal 1959 – dichiara il presidente nazionale Confeuro, Rocco Tiso – confermano la difficile situazione in cui...[29/08/2014]
Embargo Russia, bene decisioni Commissione Ue su aiuti a ortofrutta e settore lattiero
"Le misure annunciate nel Comitato di Gestione di oggi a Bruxelles vanno nella direzione giusta per contrastare la crisi provocata dall’embargo russo sui prodotti agroalimentari...[29/08/2014]
Toscana, presidente Rossi rassicura su nuovo Piano paesaggio: 'Non prevede divieti'. La Cia: 'Bene, allora si cambi'
Il presidente della Regione Toscana Enrico Rossi sul nuovo Piano paesaggistico regionale ha in parte rassicurato gli agricoltori, chiarendo che il Pit non prevede divieti...[29/08/2014]
Istat, agricoltura conferma trend crescita occupazione nel secondo trimestre 2014
"L’agricoltura si conferma un settore dinamico e in grado di creare occupazione anche nel II trimestre 2014 con un positivo +1,8%. Cresce anche in maniera...[29/08/2014]
Vigneti e florovivaismo a rischio in Toscana con il nuovo Piano paesaggistico[27/08/2014]
Dati Istat, secondo Confeuro la sfiducia è grande ostacolo per la ripresa[27/08/2014]
Crisi ortofrutta, in Emilia Romagna si chiede subito attuazione del ritiro del prodotto [22/08/2014]
L'agricoltura è in attesa di una scossa[22/08/2014]
Campolibero, Mipaaf pubblica circolare applicativa sulle misure[22/08/2014]
In Toscana cambia la legge: si potranno bruciare gli scarti[22/08/2014]
Certificazione Igp per iI Torrone di Bagnara[14/08/2014]
Prosciutto di Modena “re” delle spiagge romagnole con “Un mare di sapori”[14/08/2014]
Confagri, ko campagna pomodoro da industria al Sud [14/08/2014]
Maltempo, in calo la produzione di miele ma è boom per i funghi[14/08/2014]
 
 
 
 
Disclaimer - Copyright 2001 - 2008 © Agenzia Impress