|
| |
|
|
 


Cerca nel sito 
 
 
 
Toscana, al via il piano per completare lo schedario dei vigneti
News in diVINO del [14/08/2012]
L'assessore regionale toscano Gianni Salvadori

Al via le operazioni di completamento dello schedario dei vigneti di tutto il territorio regionale, che registreranno nello schedario viticolo i dati di superficie ricavati dalle immagini aeree fornite da Agea (agenzia per le erogazioni in agricoltura). La Giunta Regionale, su iniziativa dell’assessore Gianni Salvadori, ha infatti approvato nei giorni scorsi (con la delibera 689) il Piano operativo per l’allineamento tra le superfici registrate a vigneto nello schedario regionale e le relative foto.

L'assessore Gianni Salvadori - “In pratica ogni vigneto – commenta l’assessore regionale all’agricoltura e foreste Salvadori – dovrà essere riscontrato in foto, una operazione di grande rilevanza e con importanti ripercussioni sullo schedario viticolo delle singole aziende. Disporremo così, una volta completata la schedatura, di uno strumento più completo per la gestione di questo settore portante dell’economia agricola toscana”. La recente normativa nazionale, infatti, in attuazione delle disposizioni europee, ha stabilito che lo schedario viticolo è parte integrante del Sistema informativo agricolo nazionale (SIAN), nonché del Sistema integrato di gestione e controllo (SIGC), e deve pertanto essere dotato di un sistema di identificazione geografica (GIS) delle superfici coltivate a viti.

Interventi - L’operazione vede coinvolti sia soggetti pubblici (Regione Toscana, Amministrazioni provinciali ed Artea) che privati, cioè tutti coloro che conducono, a qualsiasi titolo, superfici a viti sul territorio regionale. Il piano operativo si svolge in varie fasi, che saranno oggetto di un continuo monitoraggio da parte della Regione Toscana, coadiuvata da Artea, dalle amministrazioni provinciali e dai rappresentanti delle organizzazioni professionali agricole e cooperative. Le principali tappe. A partire dal 1° settembre 2012 si prevede che siano resi visibili nel sistema informativo di Artea gli esiti del confronto, effettuato dall’agenzia regionale, tra le superfici registrate nello schedario viticolo e le foto dei vigneti presenti nel GIS. Ogni conduttore di superfici “vitate” potrà così prendere visione della propria situazione e apportare, ciascuno per le proprie competenze, le eventuali variazioni necessarie al fine di risolvere le situazioni di disallineamento. In particolare, a partire dal 1° ottobre 2012, le aziende potranno proporre il riallineamento tra il dato registrato nello schedario e la foto presente nel Gis tramite la cosiddetta Dichiarazione unica aziendale grafica.

Entro il 1° giugno 2013 - Le operazioni di strutturazione dello schedario viticolo dovrebbero essere completate e Artea provvederà ad allineare le informazioni presenti nello schedario (caratteristiche tecniche e attitudini produttive delle superfici vitate) con i dati del Gis. Nello schedario sarà pertanto contenuto un solo dato di superficie ottenuto da misurazione oggettiva (Gis), così come richiesto dalla normativa europea. Le superfici “anomale”, cioè quelle che presentano un disallineamento tra il dato registrato nello schedario e il dato della superficie grafica, non faranno più parte dello schedario e pertanto non potranno essere oggetto di interventi quali reimpianti, estirpazioni e sovrainnesti né di rivendicazione delle produzioni. Inoltre, a partire dalla campagna viticola 2013/2014, tali superfici non potranno usufruire degli aiuti alle misure previste dal piano nazionale di sostegno. Il testo del provvedimento è consultabile nella banca dati degli atti amministrativi della Giunta Regionale http://www.regione.toscana.it/delibere/index.html#atti e sarà pubblicato sul Bollettino Ufficiale della Regione Toscana n. 33 (14 agosto 2012).

 

Condividi su Facebook



 Invia ad un amico

Invia un commento alla redazione
Nome/Cognome:
Note
E-Mail:
 

Un passito mondiale. La vite ad alberello di Pantelleria diventa patrimonio dell'Umanità
Il Mipaaf comunica che la pratica agricola della coltivazione della vite ad alberello di Pantelleria è stata dichiarata dall'Unesco Patrimonio Mondiale dell'Umanità. La decisione è...[27/11/2014]
Onav, Vito Intini è il nuovo presidente nazionale
È Vito Intini il nuovo presidente di ONAV, l’Organizzazione Nazionale Assaggiatori di Vino. Questo quanto decretato dalle votazioni svoltesi sabato 22 novembre ad Asti, nella...[26/11/2014]
Oggi il Pegaso d'Oro (Regione Toscana) all'enologo Tachis
Il "Pegaso d'oro" a Giacomo Tachis. L'onorificenza della Regione Toscana al "padre" della moderna enologia italiana e di molti celebri vini Toscani, conosciuti e apprezzati...[24/11/2014]
Missione Copenaghen: Brunello e Barolo per la prima volta insieme
Un’occasione straordinaria: i due vini simbolo dell’eccellenza enologica italiana, il Brunello e il Barolo, per la prima volta in assoluto si presentano insieme in un...[21/11/2014]
Barone Ricasoli, Poderi Luigi Einaudi e Tedeschi: strategie di mercato comuni con la rete d'impresa[17/11/2014]
Podere Forte al Merano Wine Festival con Petrucci e Guardiavigna [07/11/2014]
Non solo vino. Paesaggio è valore aggiunto del vigneto da 3 mld l'anno[07/11/2014]
Vigneti: erogati in Toscana 18 milioni per riconversione. Soddisfazione Salvadori[28/10/2014]
Patrimonio dell'Umanità: dall'Unesco primo sì per i vigneti ad alberello di Pantelleria[28/10/2014]
Qualità del territorio nell'anteprima della vendemmia nell'astigiano[26/10/2014]
OCM vino: spesi 337 mln di euro, il 99,8% del budget a disposizione[17/10/2014]
Emergenza ungulati: a Siena i caprioli entrano in città e devastano i vigneti dell'Istituto Agrario[09/10/2014]
Sequestrati nel Veronese 11.400 litri di vino e mosti[09/10/2014]
Vino, Forestale sequestra 312 ettolitri a Montepulciano[06/10/2014]
 
 
 
 
Disclaimer - Copyright 2001 - 2008 © Agenzia Impress