Un marchio di qualità per la fragola lucana. Da Policoro la richiesta all’assessore regionale Fanelli

“Alzare il tiro e puntare alla creazione di un marchio di qualità che valorizzi e renda riconoscibile nel mondo la fragola lucana, vera ed inimitabile eccellenza della produzione ortofrutticola jonica”. La proposta arriva dalla capitale delle fragole del Metapontino, Policoro, ed è stata avanzata all’assessore all’Agricoltura della Regione Basilicata Francesco Fanelli, da Rocco Albini (Lega), Gianni Di Pierri e Giuseppe Maiuri (entrambi di Policoro Futura), nel corso di un incontro che si è svolto a Potenza al dipartimento regionale all’agricoltura.

“Non è concepibile- continuano i tre esponenti politici jonici-che un prodotto di straordinaria qualità, ammirato ed apprezzato ovunque, frutto del sacrificio e del lavoro incessante dei nostri contadini, orgoglio della nostra terra, resti in ombra rispetto a tanti altri prodotti che, pur non avendo particolari caratteristiche, diventano brand e trainano le economie locali di altre realtà geografiche italiane.

Dobbiamo smetterla di farci la guerra tra poveri, guardare oltre la logica dei campanilismi e pensare che nel terzo millennio i mercati rispondono a logiche ferree, e non sono più affidati alle improvvisazioni; occorre creare una strategia di marketing capace di proiettare in alto un prodotto tipico come la nostra fragola (per poi guardare anche agli altri), ma per far questo bisogna coinvolgere non solo i produttori ma anche le istituzioni, in primis la regione Basilicata”.

Albini, Di Pierri e Maiuri si sono detti molto soddisfatti dell’incontro e della sensibilità al tema mostrata dall’assessore Fanelli che si è impegnato a sollecitare da subito gli  uffici del suo dipartimento per individuare le forme più idonee ad intraprendere questo accattivante ed indifferibile percorso.