Cresce dell’11% il sostegno delle banche all’agricoltura

Cresce il sostegno delle banche italiane al settore agroalimentare. Alla fine di dicembre del

2003 i finanziamenti erogati ammontano a 27.726 milioni di euro,con un incremento dell’11 per cento rispetto all’anno precedente. In particolare, negli ultimi 4 anni, si riscontra un aumento della componente a medio e lungo termine che ha registrato una crescita dell’8,16 per cento. Sono positivi per il settore agricolo i dati presentati dal direttore generale dell’Abi, Giuseppe Zadra, al convegno su Agroalimentare e credito organizzato dall’Ismea. “Il sistema bancario continua ad assicurare un adeguato sostegno finanziario al comparto agroalimentare; nonostante la congiuntura economica non favorevole, Basilea 2 sarà l’occasione per una nuova fase di sviluppo del settore”. Secondo il direttore generale dell’Abi, infatti, il nuovo accordo di Basilea 2 ”darà una spinta verso una maggiore efficienza del mercato del credito e un miglioramento della trasparenza del sistema delle imprese” e questo sarà “un vantaggio anche per le aziende agricole”. A margine del convegno è intervenuto il ministro Gianni Alemanno che ha affermato “per garantire lo sviluppo del settore agroalimentare è necessario rafforzare il rapporto tra banche e imprese”. Secondo il ministro, questo rapporto può essere favorito ”dagli strumenti preparati nella finanziaria con il ruolo positivo dell’Ismea”, e in questo modo ”si potra’ essere in grado di valorizzare le diverse capacita. Ormai è il progetto che fa la differenza in agricoltura; è un settore strategico del nostro sistema produttivo”.

redazione@agricultura.it