Fieracavalli al via. Dal 7 al 10 novembre a Verona 2.400 cavalli di 60 razze da tutti i Paesi del mondo

Più di 200 eventi tra gare sportive, esibizioni e convegni con un unico protagonista: il cavallo, presente da domani a domenica a Veronafiere, con 2.400 esemplari di 60 razze da tutto il mondo. Dodici i padiglioni, con tutte le aree esterne occupate per una superficie totale di oltre 300mila metri quadrati; 750 aziende da 25 Paesi; buyer in arrivo da 18 nazioni e 35 associazioni allevatoriali. Sono questi i numeri della 121a edizione di Fieracavalli, il salone internazionale dedicato al mondo equestre in corso dal 7 al 10 novembre alla fiera di Verona.
L’inaugurazione è in programma domani alle ore 11 di fronte al padiglione 1, alla presenza del presidente di Veronafiere Maurizio Danese, del sottosegretario di Stato al Ministero delle politiche agricole, alimentari e forestali Giuseppe L’Abbate, del presidente della Regione Veneto Luca Zaia, del sindaco di Verona Federico Sboarina, del vicepresidente della Provincia David Di Michele e del presidente della Federazione italiana sport equestri Marco Di Paola.
Quest’anno viene lanciata Fieracavalli Academy, un ambizioso progetto che vuole promuovere un nuovo approccio etico al mondo del cavallo e una cultura sempre più rispettosa del benessere dell’animale e dell’ambiente.

Fieracavalli Academy è infatti articolata in cinque aree: sport, benessere animale, equitazione western, equiturismo-sostenibilità e sociale. Centrale, come da tradizione, si conferma l’anima sportiva di Fieracavalli, il cui appuntamento più atteso è l’unica tappa italiana della Coppa del mondo di salto ostacoli, la Longines FEI Jumping World CupTM.

Complessivamente i campi di gara sono 11 per un totale di 16.700 metri quadrati, a cui si sommano quattro aree esterne coperte (2.800 metri quadrati) e tre campi prova (1.750 metri quadrati), dotati di tribune in grado di ospitare in tutto 10mila spettatori.
Anche le discipline dell’equitazione western rientrano nel disegno complessivo dell’Academy di Fieracavalli che lavora a stretto contatto con il circuito Elementa Masters: grazie a questa collaborazione, quest’anno in fiera debutta una première internazionale di reining organizzata secondo rigorosi standard etici.

A Fieracavalli 2019 si trova inoltre l’area forum AGSM “Il viaggio che cambia – Percorsi di turismo sostenibile”, nel padiglione 1, uno spazio dedicato a incontri e seminari sul turismo in sella tenuti da Earth Academy e Ciset.

Sempre nel padiglione 1, sorge il Villaggio del bambino, dedicato ai visitatori più piccoli, uno spazio ludico-interattivo dove ogni anno oltre 20mila giovanissimi si ritrovano per divertirsi imparando a conoscere il mondo equestre. Domani alle 9, inoltre, si tiene “Un cavallo per amico”, evento rivolto agli istituti scolastici primari e secondari della provincia di Verona, promosso da Veronafiere e realizzato in collaborazione con l’assessorato alla Pubblica istruzione del Comune di Verona, l’Ufficio scolastico VII di Verona, Banco BPM e Cattolica Assicurazioni.

Grande attesa, infine, per il Gala d’Oro, lo show d’arte equestre che dal 1987 porta sul palcoscenico di Fieracavalli a Verona i migliori artisti internazionali. Lo spettacolo è in programma da domani a sabato nel padiglione 8.

I numeri del settore equestre in Italia. Sono 510mila gli equidi del registro anagrafico italiano e non sono soltanto cavalli. Nel totale rientrano anche i “cugini” asini (89mila) e muli (7mila) e i “parenti” più esotici come zebre (140), zebralli (8) e zebrasini (5). Le aziende e gli allevamenti collegati direttamente al business del cavallo sono 5mila e occupano 48mila lavoratori diretti, di cui 19mila allevatori. I centri ippici sono 2mila e 4.500 gli agriturismi con strutture dedicate all’accoglienza dei cavalli.

Dal 7 al 10 novembre 2019, Fieracavalli taglia il traguardo delle 121 edizioni alla Fiera di Verona, confermandosi il più prestigioso evento dedicato al panorama equestre nazionale ed europeo. Da oltre un secolo rappresenta l’unione perfetta tra passione per il mondo del cavallo, turismo, sport, allevamento e intrattenimento. Nel 2018 la manifestazione ha registrato 160mila visitatori da 60 nazioni e la presenza di 750 aziende espositrici da 25 paesi. In media ogni anno sono 200 gli eventi che animano i 128mila metri quadrati della fiera, tra gare sportive di altissimo livello come l’unica tappa italiana della Longines FEI World CupTM, competizioni morfologiche, discipline western, show e attività didattiche. Più di 2.400 esemplari di 60 razze equine mettono in mostra la biodiversità italiana e straniera. Oltre alla parte espositiva con i più importanti marchi internazionali per allevamento ed equitazione e le migliori proposte per l’equiturismo, lo spettacolo è parte integrante della manifestazione con gli appuntamenti del Westernshow, le iniziative dedicate a famiglie e bambini e il Gala d’Oro serale con i più grandi nomi dell’arte equestre.