Il Pata Negra sivigliano arriva nei punti Sma

Pata Negra e prosciutto di cinta senese sanciscono l’alleanza del gusto tra Siviglia e Siena. Presentati oggi importanti accordi commerciali fra le due province che rilanciano l’intesa avviata tra i due territori già a partire dal 2002
Si chiama Squisita Siviglia! il nuovo evento promozionale che si terrà a Siena e in Toscana, Umbria e Lazio, dal 30 ottobre al 10 novembre, con le migliori produzioni dell’agroalimentare sivigliano. L’iniziativa è realizzata dalla Camera di Commercio di Siviglia, dalla Camera di Commercio di Siena, dalla Camera Italiana di Siviglia e dal gruppo Etruria Sma.
Durante questo periodo i ristoranti di Siena e provincia ospiteranno degustazioni delle migliori produzioni del pregiato prosciutto iberico Pata Negra, una sorta di alter ego in chiave sivigliana della Cinta senese. L’alleanza tra territori ha già ben fruttato in questi anni: secondo la Camera di commercio di Siena l’export dei prodotti tipici del senese in terra di Spagna ha fatto registrare nel 2006 un fatturato di oltre 5 milioni di euro, contro i circa 760mila euro del 2003 quando venne avviato il progetto “Sevilla & Siena 2003”, manifestazione voluta dalla Provincia di Siena, che portò nella città del Palio la cultura, i sapori e le tradizioni di Siviglia. In questi anni sono stati i prodotti senesi e toscani, dai salumi ai formaggi ai vini, ad andare sui banchi della distribuzione spagnola in particolare nei ristoranti e negli spazi gastronomici della catena del Corte Inglés di Spagna, che hanno portato alle imprese agroalimentari senesi un ritorno economico quantificabile nel biennio 2004-2005 in circa 400 mila euro. Adesso, in seguito anche agli accordi dello scorso giugno con la Camera di Commercio di Siviglia è la volta dei prodotti spagnoli in Italia. Distribuito attraverso il gruppo Etruria Sma, grazie al quale in 30 supermercati Sma di Toscana, Umbria e Lazio sarà allestito uno spazio Squisita Siviglia! che ospiterà i prodotti tipici di 20 aziende agroalimentari della regione iberica.

Cristian Lamorte