Sicurezza alimentare. Oltre 200 damigiane di vino sequestrate dai Carabinieri Nas in Toscana

Oltre duecento damigiane di vino sono finite sotto sequestro a Pietrasanta dopo un controllo del Nucleo antisofisticazione di Lucca.

In questi giorni, i carabinieri dei Nas, infatti, hanno effettuato una serrata attività di controllo nei locali – e non solo – di tutto il territorio provinciale e, in un paio di casi, hanno rinvenuto delle irregolarità che hanno portato a sequestri e denunce.

A Pietrasanta il controllo ha interessato un autoarticolato che era fermo nei pressi di un’azienda del luogo. I Nas hanno controllato il carico del mezzo e il conducente è stato segnalato per aver trasportato vino imbottigliato in damigiane sprovviste di sigillatura al tappo. Ma alle damigiane mancava anche l’etichettatura e il codice identificativo della ditta e, alla fine, ai militari dei Nas non è restato che mettere tutto il carico sotto sequestro. Sono così state ritirate oltre 200 damigiane di vino per un valore superiore ai 15mila euro.

Ad Altopascio, invece, nel mirino dei militari è finito in bar del centro della cittadina, dove i Nas hanno trovato varie confezioni di olio di oliva vergine senza nessuna chiusura. In questo modo, per il titolare sarebbe stato semplice modificare il contenuto senza che la confezione apparisse aperta o alterata. Anche in questo caso è scattato il sequestro dell’olio – in tutto si è trattato di dieci confezioni di vario formato – e il titolare del bar è stato segnalato all’autorità giudiziaria.