Novità per Imu e Tasi, inserite nel decreto crescita

La conversione in legge del Decreto Crescita ha portato anche alcune novità in materia di Imu e Tasi. Il termine per la presentazione della dichiarazione Imu ine-rente la variazioni dei beni soggetti ad Imposta intervenute nel 2018, passa dal 31 luglio al 31 dicembre di ogni anno.

Viene poi fornita l’interpretazione autentica della disposizione che attribuisce i benefici ICI/IMU sui terreni, anche alle so-cietà agricole: il terreno delle società agricole utilizzato per l’esercizio dell’attività agricola non è soggetto ad IMU come area edificabile, anche se lo stesso è qualificato come tale dal Comune. Ultima novità riguarda i terreni agricoli posseduti e condotti dalla persona fisica con la qualifica di Imprendi-tore Agricolo Professionale: al pari del coltivatore diretto, ha diritto all’esenzione IMU per i terreni agricoli posseduti e condotti.  Corrado Franci – Dimensione Agricoltura