La riscossa delle Nonne Chef. Dalla Basilicata alla conquista di borghi, campagne e sapori d’Italia

Le Nonne Chef si preparano a conquistare i borghi, le campagne, le cucine e i cuori d’Italia a fianco della CIA Agricoltori Italiani. Un incontro per promuovere la buona pratica “Nonne Chef” a livello nazionale. “Un progetto ambizioso ma non impossibile – spiegano i soci fondatori Tiziana Fedele e Rudy Marranchelli – Le Nonne di Rotondella hanno da subito attirato l’attenzione lucana e i riflettori di alcuni programmi nazionali. L’intenzione ora è stringere un legame sempre più forte con la CIA Agricoltori Italiani per promuovere i territori e le tradizioni”.

“La CIA – spiegano – è una grande organizzazione da sempre sensibile ai temi che riguardano le aree interne, il governo sostenibile del territorio e la valorizzazione delle eccellenze agroalimentari e tradizionali. Quello che le Nonne Chef vogliono comunicare e promuovere al fianco di chi coltivando la terra produce cultura”.

L’evento si svolgerà a Rotondella venerdì 6 dicembre dalle ore 18 alle 20 circa, presso Palazzo Ricciardulli in corso Garibaldi e parte dall’esperienza dell’Associazione Nonne Chef del Comune di Rotondella e dalla storia delle 4 nonne più social della Basilicata riassunta nel libro ” Nonne Chef – quante storie per mangiare” per proiettare le attività Nonne Chef verso la definizione di una buona pratica nazionale Previsti i saluti del Sindaco Gianluca Palazzo, del Direttore Generale del Dipartimento Agricoltura Donato Del Corso, del Direttore dell’APT (Azienda di Promozione Turistica ) Antonio Nicoletti. A seguire un’introduzione da parte di Tiziana Fedele – Presidente Associazione Nonne Chef, la relazione di Rudy Marranchelli – Autore del libro e le conclusioni di Dino Scanavino – Presidente Nazionale della CIA Agricoltori Italiani. Previsti interventi e contributi d’idee da parte dei presenti, coordinerà i lavori Donato Di Stefano coordinatore CIA Provinciale di Matera e CIA Provinciale di Potenza. L’evento vuole essere un laboratorio condiviso per creare le basi di una Rete nazionale delle Nonne Chef – con CIA Agricoltori Italiani e le Amministrazioni Comunali – con gli obiettivi di: salvaguardare il patrimonio storico culturale rappresentato dalla “memoria” delle nonne favorendo il confronto tra passato e present; Rafforzare il coinvolgimento, favorendo nel contempo l’integrazione intergenerazionale; Individuare i prodotti alimentari e le modalità di produzione legati a un territorio, promuovendone l’assunzione a ruolo di beni comuni; valorizzare la tradizione e la storicità di prodotti legati alla cultura locale; utilizzare strumenti innovativi per conservare la memoria e renderla facilmente accessibile al più ampio pubblico; Favorire forme di turismo esperienziale, dove il visitatore diventa cittadino temporaneo; Realizzare percorsi, laboratori, corsi ed eventi capaci di ridare centralità al cibo e alla tavola momento di unione e condivisione. Scambi di esperienza tra le Nonne Chef d’Italia, con ricette tradizionali a confronto e attraverso i social realizzare la più grande community di Nonne che hanno voglia di raccontare e raccontarsi. Sino ad immaginare un format televisivo dove le Nonne Chef raccontano attraverso i fornelli il fascino e le peculiarità gastronomiche dei Comuni Italiani.