Covid, Centinaio: Road map per riaperture, Paese ha bisogno di certezze

ROMA – “Protocolli seri, date certe una volta per tutte, e adeguati controlli così da garantire riaperture in totale sicurezza”.

Così Gian Marco Centinaio, sottosegretario alle Politiche agricole alimentari e forestali, sulle riaperture delle attività nei prossimi mesi.

“Non si può accusare di essere irresponsabile chi chiede di ascoltare le proposte degli operatori di tanti settori messi in ginocchio dalla pandemia che non chiedono altro se non di poter tornare a lavorare. Certo bisogna tenere conto dei dati, ma se le proposte sono serie e realizzabili e se ci sono le condizioni si valutino le riaperture. Non si può continuare a ignorare il dramma di categorie come i ristoratori, le partite Iva, di chi lavora nel turismo per fare soltanto qualche esempio. Bisogna accelerare la campagna vaccinale e mettere al più presto in sicurezza gli anziani e le persone fragili, ma allo stesso tempo va indicata una prospettiva al Paese.

Alcune attività hanno bisogno di un’adeguata programmazione per poter ripartire. Non ci sono i partiti dell’apriamo tutto o del chiudiamo tutto – conclude Centinaio -. Va indicata una road map. Poi toccherà allo Stato fare lo Stato e assicurare che le regole vengano rispettate da tutti”.

Informazione pubblicitaria