Mortadella di Bologna Igp: primo semestre di crescita. E piace anche d’estate

Dal Consorzio di tutela della Mortadella Bologna IGP (Indicazione Geografica Protetta), arrivano i numeri dei primi sei mesi del 2009. Rispetto allo stesso periodo del 2008, la produzione di circa 19 milioni di chili di Mortadella Bologna ha registrato un leggero incremento.  Anche i dati relativi alle vendite sono positivi: nel primo semestre del 2009, infatti, sono stati venduti oltre 16 milioni di chili per un valore al consumo di circa 130 milioni di euro. Per quanto riguarda il preaffettato, le vaschette vendute sono state circa 14 milioni corrispondenti a più di 1.800 tonnellate di Mortadella Bologna. Tutti numeri questi che confermano, dunque, l’apprezzamento degli italiani verso la Mortadella Bologna che detiene il secondo posto come salume tutelato più consumato in Italia dopo il Prosciutto di Parma. Del resto il periodo primaverile ed estivo è anche quello che si presta maggiormente al consumo del salume “rosa”. E gli abbinamenti sono molteplici. Tra la frutta, citiamo la pera (meglio se servita in forma di mousse), mentre il contorno ideale a un piatto di mortadella è un’insalata di patate con olio, aceto e sale.

Il Consorzio Mortadella Bologna – A seguito del riconoscimento dell’IGP alla Mortadella Bologna – avvenuto nel 1998 – e al conseguente avvio della certificazione da parte dei produttori, nel 2001 è stato costituito il Consorzio Mortadella Bologna che ha come scopo la tutela e la valorizzazione della Mortadella Bologna IGP. Il Consorzio, in collaborazione con il Ministero per le Politiche Agricole, Alimentari e Forestali promuove la Mortadella Bologna IGP e svolge attività di difesa del marchio e della Denominazione dalle imitazioni e dalle contraffazioni. Un’attività costante che ha come unico obiettivo, che è anche la finalità di tutte le aziende, con i loro marchi, di garantire ai consumatori un prodotto dalle caratteristiche uniche per qualità e gusto, un prodotto ad alto valore nutrizionale, con una composizione di proteine nobili, minerali e grassi insaturi perfettamente in linea con le tendenze della moderna scienza nutrizionale. Attualmente il Consorzio Mortadella Bologna riunisce 30 aziende che producono circa il 96% di tutta la Mortadella Bologna IGP.