Tecnologia “made in Toscana” salva i boschi dalle malattie

Se le foreste della Toscana potranno godere di buona salute, è anche merito delle professionalità e delle tecnologie toscane. Nella presentazione dei “Risultati del servizio Meta 2009” – organizzato da Arsia – in programma domani, venerdì 18 dicembre (ore 9.30) a Firenze (via di Lanciola, 12/a), presso il Centro di ricerca per l’agrobiologia e la pedologia, verrà presentata la nuova metodologia di monitoraggio delle foreste a cui ha collaborato insieme ai partner istituzionali del progetto  (Arsia, CRA-ABP, DIBA, IPP-CNR, CFS, ARPAT)  la cooperativa Dream Italia, azienda che opera da trentuno anni in tutta Italia con sede in Casentino (Ar) e a Pistoia.

La novità – Marino Vignoli, tecnico di Dream Italia, illustrerà I nuovi applicativi web sviluppati per il progetto. "In pratica – spiega Vignoli – si tratta di descrivere I nuovi applicativi per l’immissione diretta dei dati rilevati annualmente nelle aree interessate (circa 800) della rete di controllo (retemeta), utilizzata per il monitoraggio dello stato fitosanitario delle foreste. La novità è rappresentata dalla nuova interfaccia WebGis creata per semplificare la realizzazione di mappe tematiche e l’interrogazione su web delle banche dati georeferite create dal progetto". Ovvero il monitoraggio estensivo dei boschi della Toscana a fini fitosanitari, può da oggi in poi, usufruire delle più moderne tecnologie, grazie alle competenze espresse da Dream Italia: di ogni angolo boscato della regione, in ogni territorio comunale, si potrà avere in tempo reale la situazione aggiornata dei problemi fitosanitari – per patologia, anno di indagine e area -, in modo da permettere ai tecnici sul territorio di intervenire tempestivamente e ridurre le malattie fitosanitarie. Nell’incontro tecnico di domani, I risultati del monitoraggio 2009, che in particolare si è occupato di sviluppare dei moduli innovativi sul castagno e sulle avversità climatiche.