Pac post 2020. Parlamento Europeo ha presentato 7.768 emendamenti

Photo: © Europen Parliament/P.Naj-Oleari pietro.naj-oleari@europarl.europa.eu

La riforma della politica agricola comunitaria sembra poter rischiare un rallentamento importante. Il parlamento europeo infatti, nel suo ruolo di colegislatore, ha presentato 7768 emendamenti alle proposte legislative della Commissione.

Ora è necessaria una forte volontà politica affinché si possa lavorare energicamente alla definizione di emendamenti di compromesso, da poter votare in Commissione agricoltura entro marzo, cosi da ipotizzare un voto in prima lettura da parte della Plenaria dell’attuale Parlamento europeo.

Il rischio di bloccare i negoziati, vista la tempistica così ridotta e alcune volontà politiche, è molto alto. Cia-Agricoltori italiani ha chiesto al Parlamento un forte impegno affinché l’attuale legislatura possa lasciare in eredità al prossimo Parlamento e alla prossima Commissione una buona base giuridica, così da superare l’attuale Pac in tempi non troppo lunghi senza far ripartire da zero il negoziato.