Proprietà Fondiaria. Le società in agricoltura: nuove opportunità per la gestione dell’impresa, convegno Confagricoltura

“Le società in agricoltura in questi anni si sono affermate sempre più nella gestione dell’impresa e hanno acquisito, dal punto di vista normativo, nuove opportunità divenendo uno strumento moderno per un’agricoltura che deve confrontarsi su un mercato aperto e competitivo”. Partendo da questa considerazione la Federazione Nazionale della Proprietà Fondiaria ha organizzato un Convegno che si terrà a Roma il prossimo 4 aprile sul tema: “Le società in agricoltura: nuove opportunità per la gestione dell’impresa”.

Un argomento di particolare interesse e attualità per il mondo agricolo, in quanto le regole che disciplinano l’impresa agricola, in forma individuale o societaria, sono state oggetto di profonde trasformazioni, favorendo l’apporto di nuovi capitali e risorse per la crescita delle aziende agricole italiane.

I lavori saranno aperti da Giuseppe Visconti, presidente della Federazione e da Massimiliano Giansanti, presidente di Confagricoltura; moderatore dell’incontro sarà Fabrizio Binacchi, giornalista e direttore Rai Emilia Romagna.

Sono previste quattro relazioni che affronteranno il tema delle società in agricoltura sotto l’aspetto economico, giudico e fiscale: Dario Casati, economista agrario, traccerà una panoramica su “Evoluzione del settore agricolo e prospettive future”; Paolo Tonalini, notaio, relazionerà sul tema “La riforma dell’impresa agricola tra vecchie e nuove norme”; Massimo Nicolini, avvocato, tratterà gli aspetti relativi a “Le società in agricoltura nell’ambito del contratto d’affitto” e Gian Paolo Tosoni, tributarista, affronterà il delicato aspetto concernente “La fiscalità dell’impresa agricola nella forma societaria”. Sono previsti poi degli interventi programmati da parte di personalità del mondo accademico ed istituzionale.

Il tema delle società sarà sviluppato anche con riferimento al contratto d’affitto in agricoltura che tanta importanza riveste nel nostro Paese. Dagli ultimi dati Istat risulta, infatti, che la superficie agricola utilizzata in affitto a livello nazionale ammonta a circa 5,8 milioni di ettari, pari a oltre il 45% della SAU totale. La Federazione Nazionale, che rappresenta i proprietari concedenti la terra in affitto, evidenzia la funzione essenziale dell’affittanza agraria per la competitività delle imprese e la valorizzazione del patrimonio fondiario.