Decodificato il genoma del grano duro. Ricercatori italiani (Crea Cer Foggia) nel team internazionale

Decodificato il genoma del grano duro. Un consorzio internazionale, composto da un team di oltre 60 ricercatori di 7 diversi paesi e coordinato dal CREA ha pubblicato pochi giorni fa sulla rivista scientifica Nature Genetics la sequenza completa dei 14 cromosomi della varietà di grano duro ‘Svevo”.

E’ un riconoscimento prestigioso per la ricerca italiana: infatti non solo per la guida del consorzio scientifico (Luigi Cattivelli del CREA), ma anche per la presenza in maggioranza di ricercatori del nostro paese. Ed è anche un riconoscimento per la Puglia e per Foggia, dove a poco più di cento anni dalla nascita della prima varietà di grano duro italiana, il CREA Centro di Ricerca Cerealicoltura e Colture Industriali ha contribuito con ben 5 ricercatori al successo della ricerca. Fanno parte del gruppo di lavoro: Nicola Pecchioni, direttore del Centro di Foggia, e i ricercatori Marco Maccaferri, Daniela Marone, Pasquale De Vita e Anna Maria Mastrangelo.

Tutti i risultati della “lettura” del genoma sono consultabili al sito http://www.interomics.eu/durum-wheat-genome e nella banca dati scientifica GrainGenes. Il lavoro pubblicato su Nature Genetics dal titolo “Durum wheat genome highlights past domestication signatures and future improvement targets” è disponibile a questo link: http://dx.doi.org/10.1038/s41588-019-0381-3