Sicurezza alimentare. Controlli e sanzioni dei Carabinieri su Focaccia di Recco Igp, Speck Alto Adige Igp e Prosciutto di Parma Dop

Sono proseguiti nell’ultimo mese, su tutto il territorio nazionale, i controlli dei Carabinieri dei Reparti Tutela Agroalimentare (R.A.C.) nel settore dei prodotti ad indicazione geografica certificati Dop e Igp.

In particolare il Reparto CC Tutela Agroalimentare di Torino, nelle province di La Spezia e Pavia, ha accertato in diversi esercizi commerciali (panifici, pizzerie e ristoranti) numerose violazioni al disciplinare di produzione della Focaccia di Recco col formaggio IGP, con  sanzioni amministrative a carico dei rispettivi titolari per complessivi 28mila euro.

Il Reparto CC tutela Agroalimentare di Parma ha sequestrato in via amministrativa in provincia di Trento e Bolzano, presso aziende produttrici e punti vendita, 453 kg di speck, per un valore di mercato di 13.600 euro, poiché evocavano indebitamente l’Indicazione Geografica protetta Speck Alto Adige IGP. Inoltre in provincia di Parma, in un prosciuttificio, 24 prosciutti (300 kg) per un valore di oltre 1.300 euro, avendo riscontrato violazioni al disciplinare di produzione del Prosciutto di Parma DOP, in quanto nei documenti certificativi non era riportata la data di nascita dei suini utilizzati. Complessivamente le sanzioni amministrative sono state di 21.500 euro.