Confeuro. Il 5 giugno sarà un giorno di diritti

Andrea Michele Tiso, presidente Confeuro

Il prossimo 5 giugno apriremo diverse sedi italiane del Caf e del Patronato Labor della Confeuro con l’obiettivo di informare i cittadini su argomenti di estrema importanza.

La nostra struttura sindacale – dichiara in una nota il Presidente nazionale Confeuro, Andrea Michele Tiso – si occupa del mondo agricolo, ma attraverso le sue organizzazioni fiscali e previdenziali è in grado di rispondere alle esigenze di centinaia di migliaia di persone che ogni giorno cercano di districarsi tra le tante difficoltà poste dalla burocrazia italiana.

Una democrazia matura – continua Tiso – si vede soprattutto dalla conoscenza che i cittadini hanno dei propri diritti; ed è per questo che abbiamo scelto di aprire le nostre sedi a tutti coloro che richiederanno informazioni su: dichiarazione dei redditi; imposte sulla casa (IMU-TASI); Reddito di Cittadinanza; Assegni familiari e Quota 100.

La Confeuro è una organizzazione fondata sulla capacità di dare risposte alle esigenze dei territori italiani, i cui cittadini, spesso abbandonati a se stessi, rimangono spesso disorientati e senza indirizzi. Il nostro compito quindi – conclude Tiso – è proprio quello di sanare questa falla ed essere un organismo intermediario che non si muove e ragiona in maniera parziale, ma esclusivamente nell’interesse collettivo.