Il Consorzio Vino Chianti alla conquista dell’America Latina, buona la prima per la Chianti Academy Latam

E’ iniziata l’avventura della Chianti Academy Latam. Si è conclusa ieri la prima sessione della scuola realizzata dal Consorzio Vino Chianti per formare esperti e professionisti del settore. Due tappe: prima Cancun (7-8 ottobre) e poi Città del Messico (10 e 11 ottobre). Alla fine della lezione si è anche tenuto un cooking show proposto dal gruppo di studenti e professori dell’istituto alberghiero Datini di Prato che, grazie a un protocollo di intesa finalizzato al miglioramento della formazione sul campo, accompagna il Consorzio nelle più prestigiose occasioni di promozione e valorizzazione della denominazione. I partecipanti all’accademia hanno così avuto l’opportunità di conoscere la storia e la cultura legata al Chianti, la catena di produzione e le politiche di tutela del prodotto. Gli studenti hanno trattato anche temi molto attuali, come gli abbinamenti con il cibo, il consumo tra i giovani, la comunicazione e il marketing del prodotto.  Le lezioni sono abbinate a degustazioni specifiche delle 30 diverse etichette del Consorzio rappresentative di tutte le tipologie esistenti.
La seconda sessione della Chianti Academy Latam è in programma per il prossimo febbraio.

Nel corso del tour, il Consorzio ha proposto altri due eventi a Cancun e Città del Messico. La “Chianti Magnum night”, una serata dedicata al mondo del Chianti d.o.c.g. e rivolta ad operatori del settore quali giornalisti, importatori, distributori, opinion leader, food&wine blogger e fashion blogger. Un incontro enogastronomico per proporre una vasta gamma di vini Chianti. “Un grande evento per la denominazione in un paese strategicamente importante – commenta il presidente del Consorzio Vino Chianti, Giovanni Busi – Per le nostre aziende si aprono prospettive nuove e interessanti, in un mercato in crescita, su cui stiamo investendo risorse e professionalità. L’obiettivo della Chianti Academy è consolidare la nostra presenza e diffondere la conoscenza dei nostri vini attraverso attività promozionali di lungo termine”.