Un Drago per il mais. Dalla Olimac lo spannocchiatore intelligente

È nato Drago, lo “spannocchiatore intelligente”. Prodotto dalla Olimac, si tratta dell’unico mezzo per la raccolta del mais con piatti spannocchiatori a regolazione automatica e rulli sfibratori più lunghi, che si adatta a tutte le marche e modelli di mietitrebbia. Innovazioni queste che consentono grandi e importanti vantaggi. Si tratta di un mezzo innovativo che non prevede nessun intervento dell’operatore, con una perfetta mungitura dello stocco che fornisce una raccolta totale, senza perdite: infatti, la sua particolare costruzione a basso profilo e le coclee laterali determinano una sicura penetrazione del prodotto, consentendo così il raccolto anche di pannocchie basse e pendenti. “Drago – spiegano dalla Olimac -offre maggiori prestazioni ed una grande affidabilità rispetto alla media degli spannocchiatori: lavora in modo rapido e preciso incrementando così la produttività”. In AUDIO l’intervista al presidente della Olimac, Giuseppe Carboni

Innovazione – Le sue più importanti innovazioni sono appunto dei piatti spannocchiatori che si regolano automaticamente (brevetto Olimac) e che permettono pertanto una penetrazione lineare e precisa, fornendo un prodotto più pulito, anche grazie a dei rulli sfibratori decisamente più lunghi rispetto alla media. Da notare comunque anche le coppie coniche e le catene raccoglitrici. Per quanto riguarda le prime, c’è da vedere come ogni gruppo spannocchiatore è composto da scatole di trasmissione meccanica a bagno d’olio con coppie coniche in acciaio temperato. In questo modo ogni fila è dotata di una frizione di sicurezza che protegge gli organi di trasmissione. Per quello che concerne le catene raccoglitrici invece, c’è da notare come siano in acciaio rinforzato e autoregolate da una molla che ammortizza le sollecitazioni. I rulli sfibratori sono a coltello, con lame in carburo di tungsteno intercambiabili. I coltelli di rasamento evitano così l’avvolgimento di erbacce. Infine troviamo le coclee laterali (parti meccaniche a forma di elica, di “chiocciola”) che evitano un’eccessiva dispersione del raccolto. Tutto questo sistema produce un distacco più dolce della pannocchia dalla pianta, eliminando quasi totalmente le perdite e acquisendo una maggiore velocità di raccolta.

L’azienda cuneese – Olimac, che da anni progetta e costruisce esclusivamente macchine per la raccolta di mais, è anche in grado di offrire una gamma di testate con caratteristiche esclusive. Drago può essere personalizzato da quattro a sedici file e applicato pertanto in pressoché qualunque tipo e marca di mietitrebbia e trincia semovente. Drago si trova anche in versione ribaltabile che, grazie a un ingombro ridotto e ad una visibilità totale, consente anche comodi spostamenti su strada. Il ribaltamento si effettua direttamente dal posto guida. Drago è progettato e costruito totalmente dalla Olimac (garantita da sistemi di gestione ISO 9001). Questa caratteristica esclusiva consente di ottenere una macchina unica nel settore, frutto di ricerche persistenti e costanti innovazioni.    

 

[vc_gallery type="image_grid" images="38396,38397,38398,38399"]