Calici di stelle, enoappassionati invadono il Senese

L’edizione 2009 di Calici di stelle si chiude con un notevole successo di pubblico nel territorio senese e un aumento generalizzato di presenze tra turisti e enoappassionati.

Montepulciano – In oltre 9mila si sono dati appuntamento a Montepulciano per festeggiare le stelle di San Lorenzo con un calice di Nobile di Montepulciano. Almeno oltre mille presenze in più rispetto all’anno scorso è quello che la Strada del Vino Nobile di Montepulciano ha registrato nella distribuzione dei voucher per le degustazioni di Rosso e Nobile. Soddisfazione ed entusiasmo da parte degli organizzatori. “Questa festa è la dimostrazione che una Strada del Vino può funzionare se stimolata dai vari soggetti che la animano – dice la Presidente della Strada del Nobile, Rosanna Turchi – un istituto cioè in grado di muovere e far muovere insieme le risorse del territorio tutto attraverso un punto di riferimento per tutti che il Vino Nobile, prodotto che non ha bisogno di presentazioni”. Degli oltre 9mila partecipanti il 70% delle presenze registrate è stato di età compresa tra i 25 e i 35 anni, per lo più italiani anche se la Strada ha registrato per questa edizione una forte presenza di stranieri. Giovani insomma, questi gli enoappassionati provenienti da tutta Italia e non soltanto, che hanno potuto degustare il vino e i prodotti di Montepulciano per le vie del Borgo assaggiando nelle otto contrade del Bravìo delle Botti i piatti della tradizione. Successo anche per le iniziative legate al bere responsabile. Oltre a stimolare la figura del “guidatore designato” la Strada ha distribuito in tutta la serata oltre mille alcoltest, segno evidente che i “driver” prima di partire hanno voluto e potuto verificare il proprio stato di alcolemia.  Buona riuscita anche per le iniziative collaterali programmate per l’occasione dalla Strada del Vino Nobile. Tra queste successo per lo spettacolo degli sbandieratori dell’Aquila che insieme a quelli di Montepulciano hanno colorato le strade. Inoltre bene anche il Mercatino dell’Antiquariato che si è svolto il 9 agosto, durante l’Anteprima di Calici di Stelle. Sono stati inoltre estratti i biglietti della “Lotteria dei desideri” che ha riservato numerosi premi golosi e non soltanto per gli appassionati che insieme al ticket per la degustazione hanno voluto acquistare anche il biglietto. I biglietti estratti sono a disposizione sul sito della Strada

Rapolano Terme –  Tutti con il naso in sù e con in mano un calice di buon vino a Rapolano Terme. È successo nella notte delle stelle cadenti quando il centro storico del paese si è trasformato in un osservatorio astronomico a cielo aperto e in una occasione per degustare i vini delle Crete. “E’ stata una serata molto positiva – commenta l’assessore alla cultura e turismo del Comune Ivo Coppola -. Oltre 400 calici venduti per le degustazioni, una decina le aziende agricole presenti.  La migliore occasione per festeggiare la futura Doc Grance senesi, che comprende i vini prodotti nei territori di Rapolano, Asciano, Murlo, Monteroni, e una parte di Sovicille. In pratica la Valdarbia e Crete senesi”.Nelle vie del centro storico, da piazza Matteotti sino alla piazza del Castellare, per tutta la sera rapolanesi e turisti hanno così potuto degustare oltre ai vini anche i prodotti tipici della zona, in particolare pecorini e salumi di cinta. Per tutti, poi, la possibilità, attraverso un osservatorio astronomico appositamente allestito, di vedere la luna e sperare di vedere una stella cadente. Hanno aderito all’iniziativa, organizzata dal Comune di Rapolano, anche il Consorzio per la tutela della cinta e quello per il pecorino senese. Così come il Consorzio per il travertino toscano che ha dato il premio all’azienda vitivinicola Eredi Masciello del podere Bagnolo per il “Rosso Igt Toscano” risultata prima nel concorso enologico provinciale, mentre per i vini bianchi il riconoscimento è andato a Castello di Modanella con “Il banditello”. Tra i vini rossi sono stati premiati: Podere Bagnolo Eredi Masciello, “Rosso I.G.T. Toscano”; Cantine Viticoltori senesi aretini, “Bischero”; Azienda Valle Antica, “Rosso delle Grance senesi”. Tra i vini bianchi: Castello di Mondanella, “Il Banditello”; Abbazia di Monte Oliveto Maggiore, “Bianco dell’Abbazia di Monte Oliveto Maggiore”; Azienda Valle Antica, “Bianco delle Grance senesi”.

San Gimignano – Visitatori in aumento, la soddisfazione dei produttori ed il grande interesse dimostrato per le diverse iniziative legate alla magica notte di San Lorenzo. Questo il bilancio per l’edizione 2009 di Calici di Stelle a San Gimignano che, nella sera del 10 agosto, ha attirato sotto le torri oltre 2000 persone, un numero in netto aumento rispetto alla passata edizione. In una piazza Sant’Agostino gremita di visitatori e decorata con suggestive composizioni floreali, la manifestazione, promossa dall’amministrazione comunale e dall’associazione nazionale Città del Vino, Movimento Turismo del Vino e all’Unione Italiana Astrofili, ha offerto a tutti gli amanti del vino e delle stelle la possibilità di degustare le migliori produzioni vinicole locali e non solo. Grande successo, infatti, per gli ospiti d’onore della serata il Montepulciano d’Abruzzo e il Cerasuolo presentati da un produttore del Comune di Vittorito in provincia de L’Aquila che l’amministrazione comunale di San Gimignano ha invitato per sensibilizzare i numerosi presenti alla tragedia del terremoto che ha colpito l’Abruzzo. Una serata che si è conclusa con una lotteria che ha permesso ad un fortunato cittadino di San Gimignano di portare a casa 100 bottiglie di vino alla quale vanno ad aggiungersi altri 14 vincitori premiati con bottiglie di vino, calici di cristallo ed altri prestigiosi omaggi.