Frittelle di riso di San Giuseppe. Dalla Val d’Orcia tutto il gusto della ricetta originale

La data canonica è quella del 19 marzo, San Giuseppe, o appunto, San Giuseppe frittellaio. Per la festa del babbo. Ma si trovano anche nelle settimane precedenti nei forni, nei chiostri delle frittelle ed ancora si preparano nelle case.

Già nell’alto Medioevo le frittelle di riso si trovavano nei banchetti dell’Italia centrale. Ancora oggi, nei mesi invernali, in tutta la Toscana e in qualche zona dell’Umbria si preparano le frittelle di riso. Anche a pochi chilometri di distanza le ricette sono profondamente diverse fra di loro: quella che proponiamo arriva da San Quirico d’Orcia (Si).

La ricetta – Cuocere il riso, la sera prima, nel latte diluito con l’acqua. Farlo bollire per un’ora, e girarlo spesso con un cucchiaio di legno. A fine cottura aggiungere lo zucchero e lasciare riposare per tutta la notte. Il giorno seguente unire le uova, il lievito, e la buccia di limone, mescolare bene ed infine aggiungere la farina. Quando l’olio è pronto versare l’impasto nella dose di mezzo cucchiaio  e far friggere le frittelle. Quando le frittelle sono fredde cospargere sopra dello zucchero a velo, o semolato.

frittelle_mammafranca LE FRITTELLE DI RISO DI NONNA VERA (ricetta originale)

Ingredienti:
– 120 gr di riso
–  500ml di latte (pref. intero)
– 500 ml di acqua
– 80 gr di zucchero
– 2 uova intere
– 1 cucchiaino di lievito
– 2 cucchiai di farina “00”
– Buccia di limone q.b.
– 1 pizzichino di sale
– Olio di semi per friggere

 

Informazione pubblicitaria