venerdì 24 Settembre 2021

CAPP PLAST

PRATO – Dalla nascita di Capp Plast sono trascorsi circa 60 anni, un periodo sempre caratterizzato dalla capacità di proporre soluzioni in linea con le mutevoli esigenze di packaging dell’industria moderna.

La storia dell’azienda prende il via nel 1960, prodotto principale della Divisione Film per imballaggi flessibili erano le cosiddette “buste cucite”​, particolarmente apprezzate nel settore tessile. L’azienda ha però saputo proporsi anche in ulteriori comparti. L’aspetto caratterizzante di Capp Plast, nel corso degli anni, è stata la capacità di anticipare le necessità produttive dei propri clienti, gestendo investimenti e innovazioni, razionalizzando la produzione, allargando l’attività aziendale con la Divisione Iniezione, per la produzione di grandi contenitori e pallets in polietilene, e con la Divisione flaconi, per l’industria cosmetica e chimico farmaceutica.

Capp Plast da sempre opera scelte strategiche precise legata alla salvaguardia ecologica; oltre a non utilizzare PVC, ad utilizzare inchiostri senza piombo e cromo, all’interno dell’azienda opera dal 1985 un reparto dedito alla rigenerazione degli scarti che provengono dai processi produttivi delle varie divisioni.

Il Gruppo offre anche, direttamente ai propri clienti, un servizio di ritiro e riciclaggio di tutti i loro contenitori in Polietilene, sostituendoli con dei nuovi.

I materiali ottenuti dal reparto rigenerazione del gruppo, vengono utilizzati per la realizzazione di componenti o accessori quali piedi o altri elementi da assemblare ai grandi contenitori della Divisione Iniezione.


SOCIAL


 

 

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti alla newsletter di Agricultura.it per ricevere gli aggiornamenti sulle ultime notizie dal mondo rurale.

Controlla l'email per confermare l'iscrizione alla newsletter di Agricultura.it

X