lunedì 20 novembre 2017

Le leguminose per l’alimentazione umana. Alla Fao il 9 e 10 novembre

Il 2016, Anno Internazionale delle leguminose da granella per l’alimentazione umana non è passato invano, ma ha prodotto molte iniziative concrete che verranno discusse e sviluppate nell’ambito del primo incontro nazionale del Gruppo di Coordinamento delle attività di ricerca e sviluppo sulle leguminose nato in Italia proprio in seguito alle celebrazioni dell’Anno internazionale dei legumi.

fagioli_unimarche.jpg9 e 10 novembre L’incontro si svolgerà a Roma, alla sede FAO, nei giorni 9 e 10 novembre prossimi. Un’iniziativa concreta per la promozione delle leguminose da granella, una occasione di incontro e dialogo fra i vari attori del settore agroalimentare che operano dal campo alla tavola, ricerca pubblica e aziende italiane dell’agroalimentare insieme per definire strategie e azioni comuni. Il Gruppo di Coordinamento delle attività di ricerca e sviluppo sui legumi per l’alimentazione umana è nato lo scorso anno, in occasione dell’iniziativa promossa dalla vice presidente della Camera dei Deputati, Marina Sereni, e svoltasi a Palazzo Montecitorio, per celebrare l’Anno Internazionale dei legumi. Alcuni ricercatori di diversi Enti di ricerca, fra cui Università, CNR, CREA ed ENEA, si sono riuniti per discutere su come promuovere la ricerca e l’innovazione nel settore delle leguminose da granella destinate all’alimentazione umana, incluso quelle consumate come prodotto fresco, costituendo Il Gruppo di coordinamento. Oggi il Gruppo ha raggiunto oltre 250 adesioni fra i professori, ricercatori e tecnici di oltre 25 Università italiane, 11 strutture del CREA e 10 istituti del CNR, includendo anche molti consumatori, agricoltori, produttori, trasformatori, aziende e cooperative che operano nel settore agricolo, sementiero e agroalimentare, ed è dotato di un comitato organizzativo composto da Teodoro Cardi e Massimo Zaccardelli del CREA, da Roberto Papa, Professore Ordinario del D3A, Università Politecnica delle Marche, Andrea Sonnino dell’ENEA e Francesca Sparvoli del CNR.

fagioli_rotonda.jpgIl primo incontro nazionale del Gruppo di Coordinamento delle attività di ricerca e sviluppo sulle leguminose, organizzato in collaborazione con la FAO, si svolgerà in due giornate: la prima giornata sarà aperta dall’intervento di Marcela Villareal, Direttrice Divisione partenariati, attività promozionali e sviluppo delle capacità Segretariato Anno Internazionale delle leguminose FAO, e dall’intervento del professor Roberto Papa dell’Università Politecnica delle Marche; seguirà una tavola rotonda con la partecipazione di vari attori della filiera, conclusa dal Viceministro del Ministero delle Politiche Agricole e Forestali, Andrea Olivero. Durante la seconda giornata, si svolgeranno le attività dei Gruppi di lavoro su sette tematiche emerse come argomenti di interesse principali: 1) Filiera sementiera, innovazione varietale e valorizzazione delle risorse genetiche nei legumi destinati alle produzioni alimentari; 2) Promozione e valorizzazione del valore nutrizionale dei legumi; 3) Conservazione della biodiversità e del patrimonio culturale legato ai legumi utilizzati per le produzioni alimentari; 4) Ruolo delle leguminose per scopi alimentari nello sviluppo e differenziazione di agroecosistemi e di sistemi colturali sostenibili; 5) Innovazione e tradizione nella produzione di alimenti a base di legumi; 6) Mercati e sistema distributivo dei prodotti alimentari a base di legumi; 7) Politiche comunitarie, nazionali e locali. Il resoconto del lavoro di ogni gruppo tematico verrà presentato durante la sessione pomeridiana, con discussione in plenaria e conclusioni.

SCARICA LA LOCANDINA IncontroNazionale_Legumi_locandina

Per informazioni e aggiornamenti www.coordinamentolegumi.it



Send this to friend