Il sottobosco toscano non ha più segreti

Studiosi di micologia e amanti dei funghi , arriva la pubblicazione che fa per voi. La Toscana, terra di grande tradizione arricchisce il suo patrimonio con la Storia della micologia in Toscana, una nuova pubblicazione, curata dall’Arsia, agenzia regionale per l’innovazione e lo sviluppo nel settore agricolo e forestale, con il lavoro svolto dall’Associazione dei Gruppi Micologici Toscani e il dipartimento di Scienze ambientali dell’università di Siena. Nel volume i risultati di un progetto di ricerca pluriennale dedicato ai funghi toscani, che l’Agenzia ha coordinato tra il 1996 e il 2003 e che ha permesso di effettuare il censimento e la mappatura del ricco patrimonio di specie fungine (macromiceti epigei) della regione. La storia della micologia in Toscana è il risultato di un progetto di ricerca che ha interessato gli studiosi di micologia di ogni epoca, toscani o che hanno contribuito allo studio della micologia della regione. Un volume cha affronta le tematiche connesse a questo straordinario frutto del sottobosco seguendo il doppio filone, storico e didattico. Linee guida che consentono di attuare un parallelismo tra il narrativo e l’antologico, mantendendo una rigorosità scientifica di base. Li lista completa di tutte le segnalazioni di funghi ritrovati nei confini toscani, con l’indicazione della località e con i relativi riferimenti bibliografici, è stata inserita in un database consultabile nel cd rom allegato al volume. Con l’appendice finale della pubblicazione che introduce alla lettura di questa lista del tutto speciale, eloquente quanto entusiasmante rappresentazione delle notevoli micodiversità della Toscana.

Link a: www.arsia.toscana.it