Crisi latte ovino. Terminato incontro Viminale, Centinaio: «Faremo Decreto su calamità eccezionali». E sabato sarà in Sardegna

«Il 21 al mio Ministero, quando ci sarà il tavolo di filiera sempre su questo argomento, perché ci sposteremo al Ministero delle Politiche agricole alimentari, forestali e del turismo, Ice si è resa disponibile a ragionare con noi per vedere cosa si può fare per promuovere questo prodotto in giro per il mondo e quindi l’obiettivo finale è quello di far vendere il più possibile». E’ quanto ha dichiarato il ministro Gian Marco Centinaio intervistato all’uscita del tavolo indetto al Viminale sull’emergenza latte di ovino in Sardegna, alla preenza del ministro dell’Interno Matteo Salvini (LEGGI).

«I consorzi vengono commissariati nel momento in cui c’è un illecito e io a chi ha parlato di commissariamento la domanda che faccio è “se sapete che c’è un illecito fatemelo sapere”. Abbiamo proposto un Perfetto che controlli tutta la filiera, per vedere se ci sono stati errori e illeciti, è normale se ci saranno errori o illeciti, chi ha sbagliato paga», ha continuato il ministro Centinaio.

«Saro in Sardegna sabato mattina a ragionare con chi era qua questa sera per cercare di capire se la notte o qualche giorno avrà portato un po’ di consiglio a tutti.  Il tavolo prosegue a oltranza. Ho invitato i pastori a tornare sul territorio e confrontarsi con i loro colleghi e ho invitato gli industriali a tornare in azienda e capire fin dove possono arrivare, partendo da un presupposto. Che questo governo ci ha messo la faccia, ci ha messo tanto, anche la disponibilità di mettere a disposizione dei fondi.  Faremo, e voglio ringraziare i colleghi del Cinque Stelle e il Sottosegretario Alessandra Pesce che era oggi insieme con me alla manifestazione degli agricoltori pugliesi, un decreto sulle calamità eccezionali e quindi l’obiettivo che abbiamo è quello di metterci a disposizione di queste filiere che in questo momento sono in estrema difficoltà», ha concluso il ministro.