Razze italiane di qualità. Asta delle manze chianine ed eventi ad Agriumbria 2019 con ARA Umbria

La presenza della zootecnia ad Agriumbria, curata dall’A.R.A.Associazione Regionale Allevatori dell’Umbria, dall’A.I.A. e dalle altre Associazioni dei Sistema Allevatori è il piatto forte di una manifestazione che dopo aver celebrato lo scorso anno i suoi primi 50 anni continua con rinnovato entusiasmo e forte progettualità a rappresentare un punto di riferimento unico per le imprese agricole dell’Umbria e di gran parte d’Italia. Infatti anche questa prossima edizione si preannuncia ricca di tantissime proposte e stimoli tecnici, economici e sociali di interesse non solamente degli “addetti ai lavori” ma di tanta gente che ritrova in Agriumbria uno spaccato dell’agricoltura, della zootecnia e dell’alimentazione italiana anche lo spirito della socialità insita della ruralità della nostra terra umbra.

L’Associazione Allevatori dell’Umbria parteciperà anche a questa 51° edizione, mettendo in mostra i migliori animali da allevamento presenti nella nostra regione delle varie razze e specie, cominciando dal “gigante bianco” della chianina.

Il binomio tra Agriumbria ed il mondo delle Associazioni Allevatori è stato da sempre l’asse portante di questa grande manifestazione e lo “zoccolo duro” sul quale si sono sviluppati tutti gli altri importanti settori del mondo dell’agricoltura, della meccanizzazione agricola e dell’alimentazione.

Negli ultimi anni, in particolare, grazie alla collaborazione stretta con l’A.I.A. (Associazione Italiana Allevatori), e le Associazioni nazionali di settore, Agriumbria è diventata il “Polo delle carni italiane” in quanto ospita le principali Mostre zootecniche a livello nazionale delle razze da carne con la presentazione dei migliori esemplari esistenti della razza chianina e delle altre razze autoctone italiane ma anche delle razze Limousine e Charollais provenienti da tutta Italia e sviluppa, attraverso convegni ed altre iniziative il tema del rapporto tra carne e alimentazione.

Tra le principali iniziative messe in campo quest’anno dal Sistema Allevatori ricordiamo:

– la XXVIII Mostra Nazionale della Razza Romagnola e la IX Mostra Interregionale della Razza Chianina, (sabato 30 e domenica 31 marzo) con la partecipazione di circa 130 capi dei quali circa 80 provenienti da allevamenti dell’Umbria organizzate da ANABIC;

– la XVI Mostra Nazionale della razza Limousine e la VIII Mostra Nazionale della razza Charollaise, organizzate da ANACLI;

– la XXI Mostra Interregionale della Razza Frisona Italiana organizzata da ANAFI che richiama i migliori allevamenti di questa prestigiosa razza di bovini da latte del Centro-Sud d’Italia, che si terrà domenica 31 marzo;

Particolarmente interessante è la rassegna ITALIALLEVA delle razze italiane iscritte ai Libri Genealogici e Registri Anagrafici curata dall’A.I.A. e dalle varie Associazioni Nazionali di Razza e Specie (Bovini delle razze Pezzata Rossa, Piemontese, Marchigiana, Podolica e Maremmana e numerose razze di ovini, caprini, equini, asini e conigli).

L’ARA Umbria presenterà oltre 50 razze di animali di varie specie allevate in Umbria: una significativa rappresentanza dell’enorme ricchezza di biodiversità animale presente in Umbria e in Italia, un patrimonio ed una risorsa da far conoscere a tutti e salvaguardare nell’interesse generale.

Nel corso dei tre giorni della manifestazione si svolgeranno tra l’altro anche: l’Asta delle Manze Chianine (domenica 31 marzo); la Mostra Mercato dei Riproduttori maschi di Ovini della razza Sarda iscritti al Libro Genealogico curata da ASSONAPA (sabato 30 marzo);  la Mostra Mercato del coniglio riproduttore iscritto a Registro Anagrafico curata dall’ANCI (venerdì, sabato e domenica).

Un altro momento di grande interesse è la Giornata Didattica che venerdì 29 marzo, coinvolgerà gli studenti degli Istituti Tecnici e Professionali Agrari di varie regioni italiane nella Gare di Valutazione Morfologica delle razze Chianina, Limousine e Frisona Italiana.